rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Il distributore cambia gestione e demansiona i lavoratori

La denuncia dei sindacati per l'area di servizio Paganella Ovest

Lavoratori demansionati, che perderanno anzianità e soldi, pur continuando a fare lo stesso lavoro di prima. È la denuncia dei sindacati Filcams e Fisascat, in merito al cambio di gestione della stazione oil nell'area di servizio Paganella Ovest, sulla A22 (siamo nel tratto tra San Michele all'Adige e Trento).

In tutto sono otto i lavoratori coinvolti: "Con il subentro del nuovo gestore, la Nuova Sidap srl del gruppo Autogrill, i dipendenti vengono demansionati, ci rimettono gli scatti di anzianità e parte della retribuzione. Il tutto perché la società che gestirà i distributori di carburante non applica più il contratto del commercio, ma quello del turismo" denunciano le sigle al termine dell'incontro con Nuova Sidap, che però non ha portato ad un accordo.

Lavoratori e sindacati, adesso, sono pronti a mobilitarsi per chiedere il rispetto delle precedenti condizioni di lavoro. "Purtroppo anche di fronte alle clausole più garantiste, in questo caso siamo di fronte ad una cessione di ramo d’azienda, le imprese trovano sempre il modo di compromettere i diritti dei lavoratori. È un comportamento intollerabile", commentano Francesca Delai e Gabriele Goller che stanno seguendo la vicenda per Filcams e Fisascat.

Nuova Sidap applicherà agli otto operai il contratto del turismo, inquadrandoli non come personale specializzato, ma come operatori polifunzionali anche se le mansioni che svolgeranno saranno identiche a quelle svolte in precedenza. "In sostanza - evidenziano i sindacati - questi addetti rischiano di vedersi non solo sotto-inquadrati e perdere professionalità, ma con lo stipendio bloccato per i prossimi dieci anni". Filcams e Fisascat hanno informato anche i vertici di Autostrada del Brennero chiedendo alla Spa di prendere posizione e intervenire a tutela dei lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il distributore cambia gestione e demansiona i lavoratori

TrentoToday è in caricamento