Spara perchè vuole riprendersi la casa, Ordine Commercialisti: "Preoccupati che possa ripetersi"

Ivan Hörmann ha sparato anche ad altezza uomo, dopo la tragedia sfiorata di ieri rimangono molti interrogativi. L'Ordine dei Commercialisti: "Preoccupati che possa ripetersi"

Piena solidarietà dell'Ordine dei Commercialisti nei confronti dello studio Pola di caldonazzo, teatro, ieri, del folle gesto di Ivan Hörmann, 47enne di Mezzolombardo il quale si è presentato armato, sparando alcuni colpi all'esterno ed all'interno dello studio, per poi essere arresatato in Val di Non alcune ore dopo.

Il presidente ed il Consiglio direttivo dell'Ordine, inoltre, "non nascondono la profonda preoccupazione della categoria per il possibile ripetersi di simili episodi, stigmatizzando le drammatiche modalità con cui talvolta vengono gestite le controversie".

Secondo una prima ricostruzione del movente, infatti, Ivan Hörmann avrebbe avuto delle controversie legali legate alla casa. Era diventato socio di una cooperativa edilizia, pagando una prima quota per diventare proprietario dell'appartamento di Mezzolombardo nel quale vive da quasi vent'anni. Successivamente la cooperativa è stata messa in liquidazione e la casa è finita all'asta, acquistata da privati.

Ieri mattina si è presentato a Taio, in Val di Non, dai nuovi proprietari della casa. Non trovandoli è andato a Caldonazzo nello studio di commercialisti Pola. Entrato nell'ufficio del titolare ha chiuso la porta a chiave colpendolo con il calcio della pistola e sparando alcuni colpi a terra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima di lasciare l'ufficio avrebbe sparato un ultimo colpo, che secondo gli inquirenti con l'intenzione di uccidere, visto che la moglie del titolare ha schivato solo per miracolo la pallottola, che ha colpito il muro alle sue spalle. Quando è stato fermato dai carabinieri stava tornando in Val di Non, con il colpo in canna ed un coltello da cucina nell'auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Rovereto, Valduga va al ballottaggio con Zambelli

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Riva del Garda, al ballottaggio Mosaner e Santi, una manciata di voti separano i due candidati

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento