A Levico un asilo privato aperto nonostante il decreto: arriva la Polizia e chiude tutto

Un asilo nido privato, non si sa quanto regolare, scoperto a Levico: la Polizia Municipale ha aperto le indagini

Un asilo nido aperto nonostante la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado: è quanto hanno scoperto gli agenti della Polizia Locale della Valsugana a Levico Terme. Due educatrici, con i regolari titoli di studio, avevano allestito in un locale privato una specie di asilo nido che poteva ospitare fino a dieci bimbi.

Un'attività che, in questo periodo di chiusura di scuole ed asili per l'emergenza coronavirus, poteva sicuramente risultare particolarmente comoda ad alcuni genitori, anzi in alcuni casi l'unica soluzione. Molto probabilmente in questi giorni la voce è circolata un po' troppo ed è stata intercettata dalla Polizia Locale, che ha svolto un sopralluogo ed ha chiuso l'attività.

L'attività era gestita da un'associzione culturale che poteva chiedere fino a 200 euro a bambino. Se tutto fosse in regola oppure no lo chiariranno le indagini, ma anche se fosse stata regolare l'attività avrebbe dovuto cessare comunque per effetto del primo decreto di Conte, con il quale tutte le attività didattiche sono state sospese. L'asilo invece continuava ad ospitare i bambini. Anche la posizione dei genitori è al vaglio degli inquirenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Replica e rettifica

"Ci teniamo ad offrire a tutti i vostri lettori la nostra versione, senza paura di metterci la faccia perchè ciò che facciamo è sempre stato alla luce del sole e nella piena legalità. - si legge in una lettera di Associazione Sullaterrabenesto alla redazione -  1. Emergenza Covid-19: fin dal momento in cui è stata emanata la quarta ordinanza della Provincia di
Trento il 3/3/2020 ci siamo tenuti in stretto contatto con gli uffici provinciali di istruzione e cultura per avere indicazioni sul comportamento da tenere in quel determinato frangente, essendo le nostre attività principalmente all'aria aperta e cercando di andare incontro ai bisogni dei nostri soci, in una situazione concitata e in repentino mutamento. Ci è stato riferito telefonicamente dal numero verde della provincia e dagli uffici sopra citati, in data 5/3/2020 che avremmo potuto continuare le nostre attività all'aperto, anche a fronte della chiusura delle scuole, così da offrire una alternativa ai bambini, premurandoci di seguire le norme igienico-sanitarie. Così, forti di questa rassicurazione, abbiamo comunicato ai soci che dopo la sospensione delle attività nei giorni 5 e 6 Marzo queste sarebbero potute riprendere da Lunedì 9 Marzo, per un numero ridotto di bambini tale da garantire il rispetto della distanza di sicurezza qualora si fossero trovati all'interno. Ci teniamo a sottolineare che non eravamo l'unica associazione ad essere "aperta" ai soci, in quanto anche una nota associazione sportiva che propone corsi di nuoto e attività in palestra a Trento, ha inviato comunicazione ai soci nella notte del 8/3/2020, quindi dopo l'ultimo DPCM, che le attività, seppur con le debite precauzioni igienico-sanitarie, sarebbero proseguite. Ribadiamo che questo
succedeva nella giornata di lunedì 9 Marzo, e che anche noi come altre associazioni, ritenevamo di poter proseguire nelle nostre attività per i soci, prima che tutto il territorio nazionale diventasse "zona protetta" a partire da martedì 10/3/2020. 2. Nell'articolo appare la parola "asilo", screditando e mettendo in cattiva luce l'attività della nostra
associazione, questo senza che vi sia nessuna prova a riguardo; infatti abbiamo parlato con la centrale di Polizia dell'Alta Valsugana e le indagini sono ancora in corso, tutti i documenti richiesti sono stati inviati da parte nostra con la massima celerità. Quindi questa propaganda negativa viene fatta senza alcuna informazione veritiera e con grave danno all'immagine dell'associazione. 3. "Sullaterrabenesto" è un'Associazione Culturale attiva dal Settembre 2018, con regolare Statuto registrato presso l'Agenzia delle Entrate, che propone attività e laboratori per bambini della prima infanzia, corsi di formazione e laboratori per famiglie: un progetto culturale per la comunità intera. Infatti, ad oggi, oltre alle esperienze ed escursioni all'aria aperta per i bambini sono stati attivati numerosi corsi di formazione sulla pedagogia, laboratori artistici e creativi per adulti e bambini, laboratori di lavoro manuale e natalizi, sull'auto produzione e sui rimedi naturali per il benessere della famiglia, conferenze e incontri pubblici a cura di affermati professionisti. Le attività sono riservate ai soci, i quali sono coinvolti in prima persona nel funzionamento della associazione stessa, con regolari riunioni ove ogni socio può proporre attività che servano da autofinanziamento e promozione; inoltre tutti i soci sono coinvolti attivamente nella cura degli spazi dell'associazione e nell'approvazione del bilancio di fine anno. Le attività che svolgiamo sono poste in essere nel pieno rispetto dello Statuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti e bar, no al divieto di circolazione

  • Bollettino coronavirus in Trentino: altri 3 morti, la Provincia annuncia nuovi provvedimenti

  • Bollettino coronavirus: un altro decesso in Trentino, +104 casi positivi e 122 classi in quarantena

  • Fugatti: "Ristoranti aperti fino alle 22 ed i bar fino alle 20"

  • Tenna, incidente mortale in tarda serata: la vittima è Luca Maurina

  • Coronavirus e Dpcm: una via trentina per scuola e ristorazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento