Cronaca Centro storico

Asili nido, si cerca soluzione per educatrici discriminate

Tavolo tecnico il 24 aprile per superare la discriminazione che oggi impedisce a chi è in possesso di una laurea e di un'esperienza professionale adeguate, di lavorare come educatrice negli asili nido nel Trentino

Un apposito gruppo tecnico che si riunirà il 24 aprile studierà le soluzioni più idonee per superare la discriminazione che oggi impedisce a chi è in possesso di una laurea e di un’esperienza professionale adeguate, di lavorare come educatrice negli asili nido nel Trentino. A darne notizia è stata l’assessore all’istruzione Dalmaso rispondendo oggi ad un’interrogazione del consigliere Mario Casna (Lega).

La delibera della Giunta del 1° agosto 2003 stabilisce infatti che il titolo abilitante alla professione di educatrice di asilo nido sul territorio Trentino è il diploma quinquennale di scuola media superiore rilasciato dal liceo socio-psico-pedagogico (o titoli equipollenti, liceo della scienze sociali, dirigente di comunità, tecnico di servizi sociali e assistente di comunità infantile), integrato da un  corso di formazione professionale di almeno 1000 ore che rilasci la qualifica di "Educatore nei nidi d'infanzia e nei servizi integrativi". 
 
Non è data però la possibilità, a chi ha una laurea nel settore educativo oppure ha frequentato un corso di formazione professionale fuori dal Trentino, di presentare domanda per accedere a questo corso. La delibera, in sostanza, prevede dei criteri molto limitativi che escludono la maggior parte delle laureate. 
 
Il risultato del lavoro del gruppo tecnico – formato da tre rappresentanti degli enti locali (Comuni di Trento e Rovereto e uno indicato dal Consiglio delle autonomie) 2 membri designati dal Consolida che rappresenta le cooperative da cui sono gestiti i nidi, e da un esponente dell’amministrazione provinciale - sarà oggetto di confronto con le organizzazioni sindacali. Casna ha criticato il rinvio a una soluzione futura di un nodo che potrebbe e dovrebbe essere sciolto adesso, perché "solo in Trentino una laurea è considerata carta straccia".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido, si cerca soluzione per educatrici discriminate

TrentoToday è in caricamento