Antichi documenti appartenenti allo Stato in vendita su subito.it: sequestrati

L'operazione del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale

Opere sequestrate (immagine repertorio)

Antichi documenti del 1700 e 1800, appartenenti allo Stato, sono stati ritrovati e sequestrati a Rovereto. 

Ad essere sottoposti a sequestro sono stati quattro documenti dell'archivio comunale di Nago Torbole datati 1813 e altri quattro atti di natura ecclesiastica e amministrativa risalenti al periodo compreso tra 1700 e 1800. Tutti erano in vendita sul canale online subito.it anche se il venditore, spiegano i militari, era in buona fede e non sapeva di commettere un reato.

opere-2

(I documenti sequestrati)

L'operazione rientra nell'ambito dell'attività di prevenzione e contrasto alle aggressioni criminali al patrimonio culturale del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio di Udine, svolta in Friuli Venezia Giulia e in Trentino Alto Adige. Il valore complessivo dei beni sequestrati nel 2018 ammonta a un milione di euro.

I documenti sono stati sottoposti a sequestro poiché di proprietà dello Stato. Per legge infatti la tutela dei beni culturali si estende anche a quelli redatti o realizzati prima dell'Unità d'Italia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

  • In arrivo temporali, grandinate e raffiche di vento: allerta della protezione civile

Torna su
TrentoToday è in caricamento