menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Adunata 2018: convenzione con il Comune per spazi gratuiti agli Alpini

Il Comune metterà a disposizione gratuitamente immobili (tra cui il Teatro Sociale), strutture (il Briamasco) e utenze. Mentre il Coa si assume una lunga serie di impegni, tra cui, se necessario, apportare migliorie e provvedere alla manutenzione delle aree pubbliche

Firmata stamattina, nella sala stampa di palazzo Geremia, la convenzione tra il Comune di Trento e il Comitato organizzatore dell'adunata nazionale degli Alpini, in programma dall'11 al 13 maggio prossimi. Si tratta di una convenzione pratica, operativa, che formalizza i modi e i luoghi della collaborazione tra ente pubblico e Coa. Se, da una parte, il Comune assicura la più ampia collaborazione, mettendo a disposizione gratuitamente immobili (tra cui il Teatro Sociale), strutture (il Briamasco), aree pubbliche, utenze elettriche e idriche, dall'altra il Coa si assume una lunga serie di impegni, tra cui quello di mantenere in buono stato le strutture concesse, di allestire accampamenti e servizi igienici, montare e smontare il palco delle autorità, di predisporre il servizio d'ordine e, se necessario, di apportare migliorie e provvedere alla manutenzione delle aree pubbliche. A firmare la convenzione sono stati il sindaco Alessandro Andreatta e Renato Genovese, presidente del Comitato organizzatore.  

"La convenzione non è solo un atto operativo: ha anche una forte valenza simbolica, perché grazie a questo accordo la città si mette a disposizione degli Alpini, gli Alpini si impegnano a riconsegnarci una città migliore di come l'hanno trovata", ha spiegato il sindaco. Andreatta ha poi aggiunto: "Trento dall'11 al 13 maggio prossimo sarà al centro dell'attenzione del nostro Paese e della storia del nostro Paese. Non dobbiamo dunque perdere l'occasione di dimostrare quel che siamo: una città che, per vocazione storica e geografica, coltiva i valori dell'accoglienza, della pace, del dialogo, concetti ben sintetizzati dalla colomba, logo della manifestazione". 

Al tavolo della firma anche Maurizio Pinamonti, vice Presidente del Coa e presidente della Sezione Ana di Trento: "Siamo riconoscenti per la firma di questa convenzione, che ci dimostra la fiducia del Comune di Trento, con il quale gli Alpini collaborano da sempre per le tante manifestazioni sul territorio. Il Comune ci è stato vicino sostenendoci fin dall’inizio, fin dal primo momento in cui abbiamo proposto di ospitare l’Adunata: oggi questa vicinanza prende la forma di un impegno concreto a lavorare assieme. La vicinanza dell’Amministrazione, di uffici e servizi è determinante per la buona riuscita di questo straordinario evento di portata nazionale, per la quinta volta ospitato a Trento".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, cosa cambierà?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento