Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Verdi

Una frase ingiuriosa verso il sindaco Ianeselli: solidarietà dal mondo politico

Se a fine maggio erano stati dei volantini comparsi sotto casa del sindaco e in altre parti della città, a giungo è apparsa una frase ingiuriosa che è stata scrita con una bomboletta sull'opera di street-art di Rudi Patauner

Un'altra azione contro il sindaco di Trento Franco Ianeselli, un altro gesto ingiurioso e destabilizzante. Se a fine maggio erano stati dei volantini comparsi sotto casa del sindaco e in altre parti della città, a giungo è apparsa una frase ingiuriosa che è stata scrita con una bomboletta sull'opera di street-art di Rudi Patauner, nel sottopasso di via Verdi a Trento. La scritta riporta anche il simbolo del movimento anarchico. Telegrafico, ma d'effetto il commento del sindaco Ianeselli in merito alla vicenda: «Visto che su di me usano il termine "codardo", io penso: chi va a fare le scritte a volto coperto di notte come andrebbe definito?».

Inizia ad arrivare la solidarietà dai diversi esponenti politici, come Lucia Coppola, che nella mattina di lunedì 14 giugno ha riservato a Ianeselli un post. «I Verdi del Trentino esprimono la loro solidarietà al sindaco Franco Ianeselli per le scritte ingiuriose comparse nel sottopasso di Via Verdi a Trento» scrive Lucia Coppola, consigliera provinciale e portavoce dei Verdi del Trentino. «Codardo è chi si nasconde dietro una sigla ma non ci mette la faccia, colpisce alle spalle e imbratta un murales prezioso che come ogni atto artistico ha anche valore comunicativo e sociale. Il Sindaco Franco Ianeselli, da cui si può anche civilmente dissentire, attua dalla sua elezione il metodo del confronto e del dialogo, sempre da ricercare anche quando le posizioni divergono. Merita quindi rispetto, anche in considerazione di un ruolo non facile da ricoprire e del suo impegno quotidiano al servizio della nostra cara città».

Solidarietà anche dai consigliere comunale Andreas Fernandez e circoscrizionali Renata Attoli, Aldo Giongo, Alessia Negriolli, Marino Vitti e Franco Valer, tutti della lista Europa Verde Trento. I consiglieri condannano con fermezza i messaggi di odio apparsi nel sottopassaggio di via Verdi. «Lo sconcerto» si legge nella nota «è constatare che uno di questi messaggi è rivolto contro il sindaco, al quale esprimiamo la nostra piena solidarietà e il nostro pieno appoggio nel continuare a perseguire il cammino politico intrapreso insieme».

L'opera di Rudi Patauner era già stata presa di mira in passato, a pochi giorni dalla sua realizzazione, nel 2016. In quell'occasione la bomboletta spray di ignoti vandali aveva imbrattato l'opera commissionata dal Comune e da Trento Fiere con l'obiettivo di coprire un muro vuoto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una frase ingiuriosa verso il sindaco Ianeselli: solidarietà dal mondo politico

TrentoToday è in caricamento