Ala: coltiva canapa in campagna, scoperto dai carabinieri

Tre piante alte 2 metri hanno insospettito i carabinieri che sono a casa del proprietario del terreno con mandato di perquisizione: trovata una quarta pianta. Verranno analizzate per stabilire il contenuto di principio attivo. Deferito in stato di libertà il coltivatore 48enne

Le piante che verranno analizzate

E' stato deferito in stato di libertà presso la Procura di Rovereto dai Carabinieri di Ala un 48enne roveretano che coltivava cannabis indica. In un terreno di sua proprietà i militari hanno trovato 3 piante alte quasi due metri e procedendoa perquisire l'abitazione dell'uomo ne hanno rinvenuta una quarta, coltivata in vaso. Le piante verranno ora analizzate per stabilire il contenuto di principio attivo presente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti e bar, no al divieto di circolazione

  • Fuga da Trento: questa volta la escape room è grande come tutto il centro

  • Bollettino coronavirus: un altro decesso in Trentino, +104 casi positivi e 122 classi in quarantena

  • Fugatti: "Ristoranti aperti fino alle 22 ed i bar fino alle 20"

  • Tenna, incidente mortale in tarda serata: la vittima è Luca Maurina

  • Coronavirus e Dpcm: una via trentina per scuola e ristorazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento