Giovedì, 18 Luglio 2024
Ristrutturare

Ristrutturare casa: la denuncia inizio attività

Tutte le informazioni utili sulla denuncia di inizio attivià. Quando è necessaria, dove si presenta e quando

Quando stiamo per effettuare interventi su un immobile è bene fare attenzione non solo nella realizzazione delle opere ma anche nei documenti da richiedere e ottenere.

Permesso di costruire

L’inizio dei lavori deve:

  • avvenire entro due anni dal rilascio del permesso di costruire /data di formazione del titolo per silenzio assenso; entro tale termine il titolare del permesso di costruire deve aver intrapreso opere tali da evidenziare l'effettiva volontà di realizzare il manufatto, quali ad esempio l'innalzamento di elementi portanti, l'elevazione di muri o l'esecuzione di scavi coordinati al getto di fondazioni del costruendo edificio
  • essere previamente comunicato all’Amministrazione comunale di competenza.

Con Legge provinciale 13 maggio 2020, n. 3, cd. “Ripartenza Trentino 2”, in ragione della situazione eccezionale venutasi a creare in conseguenza della pandemia di COVID-19, è stato disposto tuttavia che fino al 31 dicembre 2021, i lavori oggetto del permesso di costruire sono iniziati entro tre anni dal rilascio del titolo e previa comunicazione al comune. Questa disposizione si applica anche ai permessi di costruire rilasciati prima della data di entrata in vigore di questa legge (14 maggio 2020) e ancora efficaci, a seconda dello stato in cui si trovano.

La presentazione della comunicazione può avvenire solo per via telematica usando il servizio di invio della comunicazione di inizio lavori tramite lo sportello online.

Scia

L’inizio lavori avviene contestualmente al deposito della Scia senza necessità di ulteriore comunicazione.

Cila

Per gli interventi soggetti a Cila non deve essere depositata né la comunicazione di inizio dei lavori né la comunicazione di fine dei lavori. Tali interventi possono avere inizio con il deposito della comunicazione. Se iniziati senza la preventiva comunicazione al comune è previsto il pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da versare al comune competente pari a Euro 1.000,00, ridotta di due terzi e pertanto è pari ad Euro 333,00 se la comunicazione è effettuata spontaneamente quando l'intervento è in corso di esecuzione.

Comunicazione opere libere

Per gli interventi liberi non deve essere depositata né la comunicazione di inizio dei lavori né la comunicazione di fine dei lavori. Gli interventi liberi soggetti a previa comunicazione al Comune possono avere inizio con il deposito della comunicazione. Se iniziati senza la preventiva comunicazione al comune è previsto il pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da versare al comune competente pari a Euro 500,00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristrutturare casa: la denuncia inizio attività
TrentoToday è in caricamento