Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Turismo, Trentino Appartamenti incontra l'assessore Failoni: «serve sostegno»

L’associazione vanta 30 anni di attività e riunisce i proprietari di alloggi affittati a scopo turistico chiede all’assessore provinciale al turismo Roberto Failoni aiuti concreti per far fronte alla pandemia

Cristina Donei, Roberto Failoni, Maurizio Osti

L’associazione Trentino Appartamenti ha sollecitato un momento di confronto tra il presidente Maurizio Osti, la vice-presidente Cristina Donei, i funzionari dell’associazione e l’assessore al Turismo Roberto Failoni. L'incontro aveva l'obiettivo di chiedere aiuti concreti da destinare anche agli alloggi turistici che, di fatto, non essendo considerati attività imprenditoriale, non hanno ottenuto né dallo Stato né dalla Provincia alcun ristoro per i danni subiti dalle chiusure dovute al Covid. L’associazione ha proposto all’assessore in particolare la riduzione delle imposte IMIS relative al 2020 e 2021.

«Il settore extra alberghiero» ha spiegato il presidente Osti «è in continua crescita e di conseguenza anche la richiesta di appartamenti turistici. Il Trentino sta diventando sempre di più un territorio accogliente e attrattivo offrendo in tal senso servizi e opportunità che rispondono alle aspettative anche per le famiglie. Purtroppo, nonostante gli alloggi turistici propongano un’offerta comparabile a quella delle realtà imprenditoriali, nessun aiuto è stato erogato in questi mesi alla categoria, che è stata esclusa da qualsiasi forma di sostegno economico».

Questione di "discriminazione"

«Va evidenziato» prosegue ancora Osti «che esiste una sorta di discriminazione tra tutte le altre attività ricettive, come le aziende del settore alberghiero, «alle quali è già stata riconosciuta una riduzione dell’imposta ed il settore extralberghiero e quindi degli alloggi turistici. La tariffa percentuale dell’IMIS, infatti, per gli altri settori, in primis il settore alberghiero, è di circa lo 0,55 per cento mentre per gli alloggi turistici le aliquote si attestano sostanzialmente su valori che superano lo 0,80 per cento».

L’assessore, ringraziando l’associazione Trentino Appartamenti per la sua attività, ha assicurato che impegnerà i propri uffici tecnici per trovare la strada più adeguata a superare questo gap, rendendo più favorevoli le aliquote degli alloggi turistici IMIS rispetto ad altri immobili classificati come seconda casa, e con la medesima aliquota delle altre attività turistiche. Si è poi discusso con l’assessore la possibilità di individuare le modalità più opportune, anche attraverso il raccordo con le autorità governative centrali, per portare la cedolare secca al 10%, nonché sospendere il pagamento delle rate mutuo che gravano su tutte le forme di attività ricettiva extralberghiera, imprenditoriali e non, e sui cosiddetti affitti brevi.

L'importanza dell'associazionismo

Il Presidente Osti ringraziando l’assessore per l’interesse dimostrato nei riguardi dell’associazione, ha rimarcato quanto sia importante l’associazionismo promosso e sostenuto da Trentino Appartamenti: per condividere le problematiche date dalla situazione, per rappresentare alle Istituzioni le esigenze del settore, per essere tempestivamente informati su ogni comunicazione istituzionale che riguarda la categoria, per non sentirsi soli nell’incertezza imprenditoriale ed economica in cui è precipitato il Paese a causa di un evento di portata drammatica.

«Trentino Appartamenti» sottolinea Osti «insieme a Confcommercio, nel corso del 2020 ha partecipato ai tavoli di confronto promossi dalla PAT per redigere in maniera concertata delle linee guida con le indicazioni operative per gestire l’apertura e l’accoglienza degli ospiti affinché ogni struttura turistica possa organizzarsi in modo adeguato per offrire al territorio unità abitative certificate rispondenti a tutti i requisiti. Ciò contribuisce a dare agli ospiti un senso di sicurezza e familiarità». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, Trentino Appartamenti incontra l'assessore Failoni: «serve sostegno»

TrentoToday è in caricamento