rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Parchi affollati, il sindaco: «Più rispetto per le regole»

Assembramenti e aumento dei contagi, l'appello del primo cittadino

«La primavera non deve farci dimenticare i comportamenti da adottare per limitare la diffusione del Coronavirus». Lo ha sottolineato il sindaco di Trento, Franco Ianeselli, in apertura della consueta conferenza stampa post Giunta di lunedì 1° marzo, iniziata con il pensiero ai parchi pericolosamente affollati del week end: «Lo so che in un mondo normale in primavera si sta al parco. Ma questo non è un mondo normale. Da sindaco mi capita di incontrare i parenti dei morti per Covid, di vedere le cifre dei decessi: a Trento ne contiamo fino ad oggi qualche centinaio, più che durante i bombardamenti della Seconda guerra mondiale. A chi dice che non ce la fa più a osservare le regole, è bene ricordare che i nostri sforzi servono a salvare vite umane». Sempre sui parchi del fine settimana invasi da cittadini di ogni età, il sindaco ha poi osservato: «Ci sono state situazioni che non vanno affatto bene. Non voglio criminalizzare nessuno, ma dobbiamo tener conto che i contagi stanno risalendo e che anche l'indice Rt è in aumento. Non siamo qui per dire che non si può più andare al parco, ma che bisogna farlo in modo corretto, con la mascherina e osservando le distanze».

Sui controlli, talvolta invocati, spesso deprecati, Ianeselli aggiunge: «Capisco sempre meglio la posizione difficile della polizia locale. Se sanzioniamo un locale che viola le regole siamo pessimi, se non siamo nei parchi a sanzionare gli assembramenti siamo pessimi comunque. E' davvero un lavoro complicato». Infine, un ultimo aspetto solo apparentemente marginale, quello dei cestini strapieni dei rifiuti lasciati da chi pranza o cena all'aperto: «Visto che siamo in zona arancione e non si può consumare nei plateatici, nei parchi i cestini sono traboccanti. Per questo Dolomiti Ambiente il sabato e la domenica raddoppierà il personale addetto a svuotare i cestini e, dove è necessario, aggiungerà qualche contenitore».

Tra i protagonisti della conferenza stampa del 1° marzo c'erano anche gli Alpini che hanno vigilato proprio perché, durante i mercati, clienti e operatori rispettassero le regole. Agli Alpini, che hanno affiancato la polizia locale in modo del tutto volontario, è andato il grazie del sindaco: «Quando sono stato eletto mi è stato detto che avrei potuto contare sempre sugli Alpini. È stato effettivamente così, quando ci sono situazioni difficili loro ci sono sempre. Grazie davvero».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parchi affollati, il sindaco: «Più rispetto per le regole»

TrentoToday è in caricamento