rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Mobilità sostenibile

Da via Ghiaie a via Sanseverino in bici: il collegamento finanziato dal Pnrr 

Il costo dell’opera stimato è di mezzo milione di euro e verrà sostenuto grazie ai fondi del Pnrr, per “Ciclovie urbane”. Per la realizzazione dell’opera sarà necessario acquisire, dopo una procedura espropriativa, un tratto di strada privata di circa 420 metri quadrati.

La mobilità eco-sostenibile è una priorità a Trento. Un altro intervento in questa direzione è stato infatti annunciato durante la conferenza stampa del lunedì, il 6 febbraio. Lungo via del Maso Smalz verrà infatti realizzato un nuovo tratto di percorso ciclabile.  Lo scopo di questo intervento è quello di collegare la pista ciclabile già presente in via Ghiaie con il percorso ciclo-pedonale esistente lungo via Roberto da Sanseverino per una lunghezza complessiva di circa 400 metri.

Nel primo tratto, quello verso via Ghiaie, saranno due le corsie ciclabili monodirezionali di 175 metri che verranno realizzate; nel secondo segmento, verso via da Sanseverino, verrà realizzata una pista ciclabile bidirezionale lunga 225 metri. I lavori inizieranno nel 2023 e dureranno 150 giorni. 

Il costo dell’opera stimato è di mezzo milione di euro e verrà sostenuto grazie ai fondi del Pnrr, per “Ciclovie urbane”. Per la realizzazione dell’opera sarà necessario acquisire, dopo una procedura espropriativa, un tratto di strada privata di circa 420 metri quadrati.

L’intervento, nel dettaglio 

Planimetria progetto collegamento ciclabile via Ghiaie-via Sanseverino a Trento

Per quanto la realizzazione del primo tratto, da via delle Ghiaie all’ingresso del centro sportivo “Talamo”, di 175 metri circa, ci saranno delle modifiche planimetriche alla sede stradale e ai marciapiedi in modo da mantenere invariato il percorso pedonale esistente sul lato nord e ottenere due corsie ciclabili monodirezionali e la sede stradale centrale a doppio senso. 

Sul lato sud verrà rettificato il marciapiede riducendolo ad una larghezza di 1 metro e mezzo. Le nuove piste ciclabili saranno realizzate alla quota stradale ed evidenziate con una nuova segnaletica orizzontale.

Per l’intervento sul secondo tratto, dall’ingresso del centro sportivo “Talamo” a via da Sanseverino, lungo 225 metri circa, verrà realizzata una nuova pista ciclabile su particelle di proprietà privata che verranno espropriate. La restante fascia già esistente tra il confine di quelle particelle ed il muro di cinta delle caserme potrà essere utilizzato ancora, come avviene ora, dai pedoni. 

Inoltre, verrà realizzato un nuovo passaggio ciclabile e pedonale protetto su via R. da Sanseverino con la posa di un’aiuola spartitraffico e di un impianto d'illuminazione per la sicurezza dell’attraversamento, al fine di collegare il percorso ciclo-pedonale già esistente con i nuovi percorsi in progetto. 

In questo secondo tratto verranno realizzati anche un nuovo impianto d'illuminazione pubblica e una nuova rete di smaltimento delle acque meteoriche.

Il progetto prevede, infine, la predisposizione dei percorsi tattili per non vedenti in corrispondenza degli attraversamenti pedonali presenti sia in via delle Ghiaie che in via R. da Sanseverino, così come dettato dal Piano di eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali (Peba).

A seguito delle nuove opere realizzate, verrà riaperto il sottopasso ciclo-pedonale che porta al centro sportivo “Trentinello” e a realizzare due collegamenti con i marciapiedi esistenti in via Huber Jedin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da via Ghiaie a via Sanseverino in bici: il collegamento finanziato dal Pnrr 

TrentoToday è in caricamento