Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Il “Giretto d’Italia” a Trento: la competizione della settimana europea della mobilità

I monitoraggi saranno garantiti da volontari di Legambiente, della Fiab e da ragazzi del Servizio Civile presso il servizio Politiche Giovanili del Comune di Trento che per due ore e monitoreranno il numero di bici (o altri mezzi di micromobilità) in transito presso appositi check-points

Passerà anche da Trento il Giretto d'Italia, giovedì 16 settembre. Si tratta di una “competizione” in cui piccole e grandi città si sfideranno a "colpi di mobilità sostenibile" e principalmente con i pedali.

L’iniziativa, giunta alla sua undicesima edizione, ha lo scopo di promuovere la mobilità ciclistica ed è organizzata da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility e si svolge  nell'ambito della settimana europea della mobilità sostenibile. Il Comune di Trento ha aderito e promuove l’iniziativa che si svolge in collaborazione con la Fiab-Trento.

Il monitoraggio sarà come sempre concentrato sugli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola. Saranno quindi considerati gli spostamenti effettuati in bicicletta e con l’utilizzo di altri mezzi di micromobilità elettrica per recarsi sul posto di lavoro o di studio. I monitoraggi saranno garantiti da volontari di Legambiente, della Fiab e da ragazzi del Servizio Civile presso il servizio Politiche Giovanili del Comune di Trento che per due ore (all’incirca fra le 7 e le 9) monitoreranno il numero di bici (o altri mezzi di micromobilità) in transito presso appositi check-points.

I check-points saranno:

  • in via Endrici;
  • in via Verdi all'altezza dell'incrocio con via Inama;
  • in via S. Giovanni Bosco all'altezza delle scuole Crispi;
  • in via Vannetti, presso il contabici fisso;
  • in Corso 3 Novembre, presso l’intersezione con Via Maffei
  • in via del Brennero, con contabici mobile.

Nell’ambito del Progetto Il Trentino Pedala con la mobilità sostenibile, sono stati infatti installati di recente un contabici fisso in Via Vannetti e uno contabici in Lungadige Leopardi che dovrebbero garantire un monitoraggio continuo dei passaggi in bici, un elemento di conoscenza importante per valutare se gli obiettivi dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile verranno raggiunti. In questa occasione la presenza di volontari presso i contabici avrà soprattutto l’obiettivo di sensibilizzare i passanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il “Giretto d’Italia” a Trento: la competizione della settimana europea della mobilità

TrentoToday è in caricamento