rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
L'attività

Un agosto "caldo" anche per i controlli: il mese si apre con denunce, espulsioni e sequestri

Il nuovo Questore non perde tempo e parte con controlli a tappeto sulla città per alzare il livello di ordine pubblico e sicurezza

Sono 21 le persone segnalate ed espulse dal territorio, oltre ai diversi sequestri penali e amministrativi di sostanze stupefacenti a Trento in una sola settimana, quella di inizio agosto, grazie ai controlli della Questura sulla città. Le operazioni, che hanno visto il contributo di tutte le articolazioni della Questura e a seguito del tavolo tecnico presieduto dal Commissario del Governo, dell’impegno dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di finanza e della polizia Locale, hanno portato all’identificazione di oltre 1.700 persone.

Numerosi, sono stati i controlli agli esercizi commerciali, diversi i sequestri penali di oltre un centinaio di grammi di sostanze stupefacenti mentre svariate decine di grammi per i sequestri amministrativi. Durante le attività, sono stati individuati e controllati diversi pregiudicati, molti dei quali foto-segnalati. I controlli sulle strade e alle autovetture hanno portato a decine di patenti ritirate, su centinaia di veicoli fermati, per violazioni del codice della strada.

controlli Questura Trento-2

Si tratta di attività volte non solo a identificare le persone che gravitano in ambienti soggetti a fenomeni di devianza ma, per chi lavora sull’ordine pubblico e la sicurezza, costituiscono un vero e proprio deterrente per future azioni delittuose oltre che la base per misure di prevenzione personali.

Le attività di polizia, rafforzate del Questore Maurizio Improta in questa prima settimana, sono state dirette a prevenire i delitti che maggiormente creano nella cittadinanza un senso di paura come i furti e lo spaccio, con servizi mirati, in particolare nelle zone in cui maggiormente è sentito il senso di insicurezza come i parchi e alcune zone del centro cittadino. Particolare attenzione che è stata data anche ai numerosi esercizi pubblici, controllati, nei confronti dei quali resta alta l’attenzione.

"L’intenso lavoro della polizia di Stato e delle altre forze di polizia con azioni mirate a contrastare su più fronti i fenomeni di devianza - commenta il Questore Improta - hanno l’obiettivo di comprendere in profondità le dinamiche dei cosiddetti crimini diffusi per intervenire in maniera diretta e chirurgica nelle situazioni che potrebbero portare, se sottovalutate, ad eventi più gravi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un agosto "caldo" anche per i controlli: il mese si apre con denunce, espulsioni e sequestri

TrentoToday è in caricamento