rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Trentino sviluppo / Vallagarina / Via Fortunato Zeni, 8

Trentino sviluppo, nominato il comitato tecnico-scientifico

Sarà composto da quattro persone e supporterà la società nelle scelte di sviluppo economico del territorio

Dopo l’approvazione del bilancio il mese scorso, il socio unico rappresentato dall’assessore provinciale allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro e il consiglio di amministrazione di Trentino sviluppo si sono riuniti per definire l’assetto della società.

L’assemblea ha individuato le quattro personalità di primo piano, una per ciascuna delle "specializzazioni intelligenti", che comporranno il neocostituito comitato tecnico-scientifico che supporterà la società nelle scelte relative allo sviluppo economico del territorio.

Si tratta di Marco Baccanti, direttore generale della fondazione Enea tech e biomedical, Luigi Crema, che in Fbk dirige il centro sustainable energy, Francesco Ricci, professore ordinario di Informatica della Libera università di Bolzano, e Luca Arighi, direttore generale di Adige spa e Adige-Sys, società del gruppo industriale Blm. Rispetto alla posizione di direttore generale, rimasta vacante a seguito delle dimissioni di Baccanti dello scorso 22 febbraio, l’assemblea ha individuato il direttore operativo Paolo Pretti nel ruolo di facente funzione fino alla fine del 2024.

Come anticipato, il comitato tecnico-scientifico, che avrà funzioni consultive e propositive relative alle attività svolte da Trentino sviluppo, potrà contare sull’apporto di un esperto per ciascuna delle aree prioritarie della cosiddetta "smart specialisation", facendo anche riferimento alle strategie future di sviluppo dei poli scientifico tecnologici.

La presenza di Marco Baccanti, già direttore generale di Trentino sviluppo e oggi alla guida di fondazione Enea tech e biomedical, organizzazione che sotto la vigilanza del ministero dello Sviluppo economico ha il mandato di sviluppare la filiera dell’industria biomedicale, consentirà di inserire la programmazione della società in una più generale strategia nazionale che aiuterà a individuare nuove fonti di finanziamento extra provinciali. A lui anche il ruolo di coordinatore del comitato.

Il comitato tecnico-scientifico rimarrà in carica sino alla data dell’assemblea di approvazione del bilancio dell’esercizio 2023. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentino sviluppo, nominato il comitato tecnico-scientifico

TrentoToday è in caricamento