menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino anti-Covid, iniziano le somministrazinìoni agli over 80

Nella prima fase saranno vaccinate le persone nate prima del 31 gennaio 1941

Parte a febbraio, in Trentino, la campagna di vaccinazione anti-Covid degli over 80. Si parte con la vaccinazione della popolazione più fragile e anziana, quella più duramente colpita dal Covid sia nella prima sia nella seconda ondata della pandemia. Dopo gli operatori sanitari e gli ospiti delle residenze per anziani, vaccinati tra dicembre e gennaio, è ora la volta dei circa 35mila trentini con più di 80 anni. Priorità verrà data a chi non ha contratto la malattia.

A darne notizia è stato l'ufficio stampa della Provincia che ha annunciato che da lunedì 1° febbraio la vaccinazione potrà essere prenotata al Cup-online (https://cup.apss.tn.it). Potranno prenotarsi i nati prima del 31 gennaio 1941 e man mano verrà comunicata l’apertura delle liste di prenotazione per le altre fasce d’età in base alle disponibilità di vaccino. Nella prima settimana di febbraio saranno disponibili circa 2.500 posti.

Le somministrazioni verranno programmate in base alle forniture di vaccino tenendo presente che dovrà essere garantita la seconda dose a distanza di 21 giorni. La vaccinazione sarà effettuata nella sede scelta al momento della prenotazione. I centri vaccinali si trovano nei Comuni di Arco, Borgo Valsugana, Cavalese, Cembra, Cles, Malè, Mezzolombardo, Pergine, Primiero San Martino di Castrozza, Rovereto, Sén Jan di Fassa, Tione, Trento.

Prenotando la prima dose verrà automaticamente fissato anche l’appuntamento per effettuare la seconda dose. Per garantire la copertura e l’efficacia del vaccino è importante rispettare le tempistiche di somministrazione delle due dosi. In prossimità della data degli appuntamenti sarà inviato un sms di promemoria del giorno e ora della vaccinazione. Per fornire informazioni e aiutare nella prenotazione è disponibile il numero verde 800 867 388 (operativo dalle 8 alle 18 dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 14 il sabato).

Chi non è in grado di spostarsi per raggiungere il centro vaccinale perché allettato potrà fare riferimento al proprio medico di medicina generale che lo segnalerà ad Apss per essere vaccinato in un momento successivo a domicilio. Coloro che si sono ammalati di Covid negli ultimi tre mesi non saranno vaccinati in questa fase. Dopo la vaccinazione degli ultra 80enni si procederà gradualmente con le altre categorie fragili (over 70 e malati cronici), sulla base delle tempistiche di consegna dei vaccini da parte delle aziende farmaceutiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento