rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Trentino Film Commission: "Falegnami d'alta quota" tra i 5 nuovi progetti approvati

Ecco le opere che nella seconda call 2021 hanno ottenuto il contributo a fondo perduto destinato al finanziamento

Trentino Film Commission ufficializza i 5 progetti approvati nella seconda call 2021 che hanno ottenuto il contributo a fondo perduto destinato al finanziamento di opere cinematografiche, di fiction, di animazione, di serie, di documentari e di programmi per la televisione, sia nazionali che internazionali.

Tra le produzioni selezionate la nuova commedia “Greta e le favole vere”, diretta da Berardo Carboni, prodotta dalla Pegasus srl e interpretata da Raoul Bova, Sabrina Impacciatore e Donatella Finocchiaro. Il secondo titolo è invece il cortometraggio “Pietre sommerse”, diretto dal regista trentino Jordi Penner e prodotto dalla casa cinematografica Motion Studio Production.            

Sempre di una regista trentina, Katia Bernardi, è il terzo progetto approvato nella seconda call 2021 e prodotto dalla EiE Film srl: un format inedito dal titolo “Falegnami d’alta quota”, incentrato su un family business, eccellenza trentina, unico nel suo genere che si occupa delle ristrutturazioni estreme ad alta quota.

Ma tra i titoli c’è anche un progetto di un regista internazionale, lo spagnolo Nacho Álvarez che dirigerà la sua nuova commedia prodotta dalla Adler Entertainment srl dal titolo “Robbie 2.0 – L’uomo perfetto”.

Infine troviamo tra i progetti approvati una produzione locale: torna la seconda stagione di “Uomini di pietra”, la serie ideata e prodotta dalla società trentina GiUMa Produzioni che racconta l’affascinante mondo dei cavatori di marmo delle Alpi Apuane, diretta dal regista Mario Barberi.

Trentino Film Commission

Nata nel 2010 promuove e sostiene le produzioni cinematografiche, televisive e documentaristiche, sia italiane sia estere, in grado di valorizzare e di diffondere il patrimonio culturale, ambientale e storico del territorio trentino.                 

La Trentino Film Commission offre alle produzioni supporto logistico attraverso la ricerca di location, facilitazioni alberghiere, il coinvolgimento di professionisti attivi sul territorio e il reperimento di contatti sia con le pubbliche amministrazioni sia con le forze dell’ordine.            

Al contempo, la stessa è impegnata a favorire lo sviluppo dell’industria audiovisiva locale e a proporre momenti formativi che rendano i professionisti del settore presenti sul territorio sempre più qualificati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentino Film Commission: "Falegnami d'alta quota" tra i 5 nuovi progetti approvati

TrentoToday è in caricamento