Attualità Pergine Valsugana

Valsugana, aggiudicato l'appalto per la realizzazione della traversa di Nogarè

L’intervento per migliorare la sicurezza sull’innesto con la provinciale 83 Valsugana-Piné. Un'opera in prospettiva Olimpiadi 2026

Si è conclusa la gara d'appalto per l'affidamento dei lavori per la realizzazione della traversa di Nogarè, il nuovo svincolo previsto sulla strada provinciale 83 nella frazione del Comune di Pergine Valsugana al fine di migliorare la sicurezza della viabilità. L'Apac (Agenzia provinciale per gli appalti e i contratti) ha gestito la procedura, alla quale hanno partecipato 15 imprese. Aggiudicataria dell’appalto (del valore di base di 1.953.433,74 euro) è risultata l’impresa In Edil Pavimentazioni srl di Cembra-Lisignago. Si tratta di un'opera utile per le Olimpiadi invernali del 2026 che si terranno anche a Baselga di Piné. 

L’intervento prevede di collegare la parte a valle della frazione di Nogarè direttamente con la SP 83 che collega la Valsugana con l’altopiano di Piné. Partendo dalla viabilità comunale, la nuova strada riprende una viabilità esistente attualmente in disuso con la presenza di un ponte che attraversa il rio Nogarè. Il raccordo con l’arteria provinciale avviene con due distinti tratti di viabilità a senso unico.

L’intervento si è reso necessario a causa della mancanza di un accesso adeguato dalla SP 83 alla parte sud-ovest dell’abitato di Nogarè (via dei Falori).

Con la realizzazione delle nuove opere si risolvono le criticità in particolare per l’ingresso da sud e l’uscita verso nord in relazione alla visibilità sulla provinciale e per il doppio senso su via Falori, permettendo di evitare anche manovre potenzialmente pericolose che prevedono l’attraversamento della carreggiata.

Il progetto prevede la realizzazione di una strada a doppio senso di marcia e due rami di collegamento a senso unico con la SP 83.

La sede stradale, nel tratto a doppio senso di marcia, presenta uno sviluppo lineare di circa 220 metri, con corsie larghe 3 metri e due banchine bitumate di 25 centimetri, per una larghezza totale di 6,5 metri che diventa di 7,5 metri nel tratto in corrispondenza del ponte sul rio Nogarè.

I rami di collegamento a senso unico si sviluppano per circa 309 metri, con corsia larga 3,75 metri e due banchine bitumate di 25 centimetri, per una larghezza totale di 4,25 metri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valsugana, aggiudicato l'appalto per la realizzazione della traversa di Nogarè

TrentoToday è in caricamento