Attualità Centro storico / Via Rodolfo Belenzani

Slot machine: iniziata la rimozione di quelle vicine a "luoghi sensibili"

Entra in vigore una legge provinciale del 2015: via i dispositivi di gioco a meno di 300 metri da luoghi sensibili

Niente proroghe: le slot machine vicine a "luoghi sensibili" vanno rimosse. E' scattato il 12 agosto l'obbligo di rimozione dei dispositivi di gioco che si trovano a meno di 300 metri da suole, ospedali, ambulatori, luoghi di culto, oratori, associazioni ricreative, sportive e per anziani. Lo impone una legge del 2015, che prevedeva cinque anni di tempo per diventare effettiva.

In Consiglio provinciale Forza Italia, raccogliendo le preoccupazioni di baristi, esercenti e tabaccai, ha presentato un emendamento per un'ulterior proroga. L'emendamento non è passato (7 favorevoli e 14 contrari). Fanno eccezione le sale giochi vere e proprie, che avranno altri due anni di tempo, in questo caso per chiudere i battenti. La Polizia Locale sta eseguendo in tutti i comuni trentini il censimento dei dispositivi per decidere quali dovranno essere rimossi (nella foto la Polizia Locale delle Giudicarie in un bar della zona). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slot machine: iniziata la rimozione di quelle vicine a "luoghi sensibili"

TrentoToday è in caricamento