Attualità

La rotazione terrestre migliora le acque del lago di Garda: la scoperta dell'Università di Trento

Uno studio sul fenomeno, condotto insieme all'Università olandese di Utrecht, è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports

La parte trentina del lago di Garda (da Wikipedia)

La rotazione della Terra modifica il movimento delle acque nel lago di Garda portando immensi benefici alla sua qualità. A dirlo uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports dai gruppi dell'Università di Trento e dell'Università olandese di Utrecht coordinati, rispettivamente, da Marco Toffolon e Henk Dijkstra.

La scoperta

Il moto del pianeta attorno al proprio asse, secondo quanto emerge dalle ricerche condotte dai due team, muove l'ossigeno e i nutrienti delle acque gardesane migliorando la salute dell'ecosistema. Questo effetto è dato dalla circolazione secondaria dell'acqua, che viene innescata proprio dalla rotozione terrestre. 

Il Garda come gli oceani 

"Il rimescolamento è fondamentale per la qualità delle acque del lago, anche in profondità - ha spiegato ad Ansa Sebastiano Piccolroaz, uno degli autori dello studio -. Non ci aspettavamo di osservare in un lago relativamente stretto come il Garda un fenomeno tipico delle acque costiere degli oceani e dei grandi laghi. Quando il vento soffia lungo l'asse principale del Garda la rotazione terrestre provoca una circolazione secondaria che sposta le acque del lago lateralmente, da una costa all'altra. Questo moto determina il rimescolamento di ossigeno e nutrienti dalla superficie fino al fondo del lago".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rotazione terrestre migliora le acque del lago di Garda: la scoperta dell'Università di Trento

TrentoToday è in caricamento