Rifugi aperti ma sarà obbligatorio prenotare e portarsi ciabatte ed asciugamano

Ecco le cinque "regole d'oro" condivise con i rifugisti e con la Sat

Il Rifugio Marchetti allo Stivo

Prenotazione obbligatoria nei rifugi, obbligo di portare con sé le proprie ciabatte ed il proprio ascugamano, e possibilmente anhe il sacco a pelo. Queste le "regole d'oro" che caratterizzeranno l'estate 2020 nei rifugi trentini, ormai pronti a riaprire completamente dopo la primavera segnata dall'emergenza coronavirus. Le regole sono state presentate al termine di una giornata di confronto con le autorità provinciali ed i rappresentanti degli enti coinvolti, come Sat, Associazione dei Rifugi del Trentino e Dolomiti Unesco.

Ecco le cinque "regole d'oro"

  • Prenotazione obbligatoria per il pernottamento, consigliata per il pranzo
  • Mascherina e gel disinfettante nelle aree comuni
  • Mantenere la distanza
  • Consigliato portare il proprio sacco a pelo
  • Portare ciabatte ed asciugamano

"Per fare in modo che gli amanti della montagna possano tornare a popolarla, in sicurezza, abbiamo lavorato a queste regole, che sono state condivise da tutte le associazioni che operano sul territorio, che voglio ringraziare per l'impegno e la volontà di collaborare. Sappiamo quanto importante sia per i territori dolomitici il turismo estivo e pensiamo che ci potrà essere una risposta positiva ed importante da parte dei turisti", ha spiegato l'assessore Mario Tonina.

Ezio Alimonta, presidente dell’Associazione Rifugi del Trentino ha ricordato che i rifugi svolgono un’importante funzione di presidio, di ricovero e di aiuto. Tra le azioni concrete che si possono attuare, ha aggiunto, ci sono la riduzione della capacità nelle sale e nelle stanze e l’utilizzo di lenzuola usa e getta. Sul rispetto delle distanze, ha notato, influiranno anche le condizioni meteorologiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roberto Bertoldi, vicepresidente della SAT – Società Alpinisti Tridentini, ha ricordato, a proposito delle prenotazioni, che in montagna il tempo cambia repentinamente costringendo gli escursionisti a modificare i loro programmi. Per questo sarà comunque indispensabile tenere conto che ci sono situazioni per cui si renderà necessario dare ricovero e rifugio agli escursionisti. Ha ricordato inoltre che esistono strutture, come i bivacchi, che non sono presidiate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porfido, armi, voto di scambio: le mani della 'ndrangheta sulle cave in Trentino

  • Il Giro d'Italia 2020 arriva in Trentino: ecco le tappe

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Giro d'Italia a Trento: ecco quando e dove, attenzione alle strade chiuse

  • Bollettino Coronavirus in Trentino: 94 nuovi casi, 16 Rsa con contagio nel personale

  • Bollettino coronavirus: altri 111 nuovi casi, oggi tutti con tampone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento