Fermato dalla Polizia chiama l'avvocato prima dell'alcoltest: gli ritirano la patente comunque

Ha svegliato il suo legale di fiducia in piena notte, ma non è bastato ad evitargli il ritiro della patente

Ha tirato giù dal letto il suo avvocato, dopo essere stato fermato ad un posto di blocco, ma non gli è bastato per evitare il ritiro della patente. E' successo ad un cinquantenne veronese fermato nel vicentino dopo aver corso un po' troppo con la sua Bmw.

Come racconta Vicenza Today l'uomo è uscito da una strada laterale per immettersi in una strada più grande, senza fermarsi a guardare se arrivassero auto. Di fatto, un'auto stava sopraggiungendo: una pattuglia della Polizia di Stato che, evitato per poco il frontale, si è messa ad inseguire l'auto pirata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poco dopo la Bmw è stata fermata, all'uomo è stato chiesto di sottoporsi all'alcoltest e per tutta risposta lui ha voluto chiamare il legale di fiducia. L'avvocato è arrivato sul posto ma non ha voluto o potuto evitare che il suo "cliente" si sottoponesse al test risultando con tasso superiore al limte. Patente ritirata con multa di 544 euro ed ammenda per guida pericolosa di 172 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

Torna su
TrentoToday è in caricamento