Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità Centro storico / Piazza del Duomo

Padre Dall'Oglio "vivo, ostaggio dell'Isis". La speranza si riaccende anche a Trento

Dopo la notizia diffusa dall'ONG Rlief & Reconciliations un giornale libanese sembra confermare la notizia secondo cui il gesuita sarebbe vivo a Baghuz

Padre Paolo Dall'Oglio, vivo ed in mano all'Isis. La notizia è uscita diverse volte in questi cinque anni di apprensione e speranze per le sorti del gesuita italiano in Siria, molto conosciuto anche in Trentino per via delle collaborazioni con il Festival Religion Today e con l'assessorato alla Solidarietà Internazionale.

Questa volta la notizia è riportata da una fonte giornalistica libanese: il quotidiano Al-Akhbar, citando fonti democratiche siriane, spiega che il sacerdote sarebbe in ostaggio a Baghuz, ultima roccaforte del califfato in Siria orientale.

Una notizia che suona come una conferma di quanto annunciato già sabato scorso dall'organizzazione non governativa Relief & Reconciliation: "fonti dirette dal fronte confermano che ostaggi liberati venerdì avevano visto Padre dall'Oglio tra coloro ancora prigionieri di Daesh". La speranza si riaccende, anche a Trento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre Dall'Oglio "vivo, ostaggio dell'Isis". La speranza si riaccende anche a Trento

TrentoToday è in caricamento