In Trentino Alto Adige il rischio di morire sul lavoro è il doppio della media nazionale

I morti sul lavoro sono triplicati a Trento e Bolzano, dove purtroppo si registrano già 25 decessi nei primi 9 mesi del 2019

Trentino Alto Adige in cima alle classifiche per qualità della vita, ma sulla qualità del lavoro, forse, c'è da farsi qualche domanda. Contrariamente a quanto avviene nel resto del Paese, infatti, nelle province di Trento e Bolzano le morti sul lavoro sono aumentate, anzi triplicate, nel giro di un anno. La regione è al terzo posto in Italia per incidenza della mortalità sulla popolazione lavorativa.

Nel 2018 si registrarono, purtroppo, 9 morti sul lavoro in regione. Nel 2019 il numero, preoccupante, è di 25 decessi. Casi, tra l'altro, equamente distribuiti tra Trento e Bolzano: 11 e 14, rispettivamente, i decessi rilevati in un anno.

Il dato arriva dall'annuale studio dell'Osservatorio Sicurezza e Lavoro di Vega Engineering di Mestre sulla base dei dati Inail. "In Trentino Alto Adige - spiega una nota di Vega Engineering -  il rischio di morire sul lavoro in Trentino Alto Adige è quasi doppio rispetto alla media del Paese". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Trento, spacciatore sfida la polizia: «Sapete che sono uno spacciatore, ma oggi con me non lavorate». Arrestato in piazza

Torna su
TrentoToday è in caricamento