Anche a Trento un minuto di silenzio per le vittime del coronavirus

Bandiere a mezz'asta e minuto di silenzio del sindaco: ecco l'iniziativa che si terrà in tutti i comuni italiani

Niente applausi o canzoni, questa volta parlerà il silenzio. Martedì 31 marzo a mezzogiorno anche a Trento si terrà l'iniziativa lanciata dai Comuni della provincia di Bergamo, una delle zone più funestate dal coronavirus, e poi rilanciata a livello nazionale dall'Anci, l'associazione dei comuni italiani.

Coronavirus in Trentino: tutte le informazioni

Le bandiere di Palazzo Geremia, sede del Comune di Trento, e di tutti gli edifici pubblici rimarranno a mezz'asta per ricordare le vittime dell'epidemia in Italia: più di 10.000 finora, ovvero un terzo delle vittime a livello mondiale.

Il sindaco Alessandro Andreatta, a nome di tutta la città, osserverà un minuto di silenzio davanti al Municipio in via Belenzani, indossando la fascia tricolore "in segno di vicinanza con le comunità che stanno pagando il prezzo più alto a quest'epidemia", come si legge in una nota. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento