Dalla prossima settimana messe a numero chiuso

Nelle parrocchie i tecnici stanno valutando la possibile capienza

Repertorio

Oltre alla riapertura di negozi, parrucchieri ed estetisti, da lunedì 18 maggio è in programma il ritorno delle messe, che saranno a numero chiuso. Questa è infatti l'unica soluzione perché il distanziamento previsto per evitare il contagio da Covid possa essere osservato.

Al momento le parrocchie, ricevuto alcune linee guida dalla Diocesi, stanno valutando gli aspetti tecnici delle cerimonie. Ogni chiesa avrà una capienza massima e tra le ipotesi al vaglio c'è anche quella di eliminare alcuni banchi.

In ogni caso il numero di fedeli ammessi alle celebrazioni sarà ridotto drasticamente. In Duomo a Trento, ad esempio, dove ci sono circa 500 posti a sedere, è stato deciso che potranno accedere solo 90 persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento