menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Scuola, maturità da oggi. Una petizione chiede riapertura a settembre

Oltre 4mila studenti trentini dovranno sostenere l'esame nella modalità anticoronavirus

Più di 4mila studenti in Trentino sosterranno l'esame di maturità in modalità anti coronavirus. Per loro non ci saranno prove scritte ma solo un colloquio di un'ora, che si terrà davanti alla commissione, composta da interni con la sola eccezione del presidente, senza che siano presenti altri compagni. Intanto, in vista di settembre, circa 350 insegnanti hanno scritto all'assessore provinciale all'istruzione Mirko Bisesti.

La richiesta dei docenti è quella di una riapertura in sicurezza, perché, precisano, tornare in aula è una necessità per gli allievi ma è necessario svolgere un'indagine epidemiologica preliminare sulla popolazione scolastica. Una petizione analoga era stata indirizzata all'inizio del mese di giugno al presidente del consiglio provinciale Walter Kaswalder. Insegnanti e genitori sono schierati contro la possibilità che la didattica a distanza diventi una mobilità obbligatoria.

I maturandi potranno ottenere un voto massimo di 100 e il punteggio finale verrà calcolato sommando i punti ottenuti attraverso l'esame orale e quelli relativi ai voti scolastici. Il voto minimo rimane 60.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento