rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Attualità

Effetto Green pass: Trentino in vetta per nuove vaccinazioni

Record per le fasce in età lavorativa, cioè quelle interessate dall'obbligo della certificazione verde

Forse non si può ancora parlare di inversione di tendenza, ma un dato importante va sottolineato: il Trentino e l'Alto Adige sono tra le regioni dove il numero di 'neo vaccinati' (cioè di prime dosi), è cresciuto maggiormente nelle ultime settimane. Effetto Green pass probabilmente: con la necessità di avere la certificazione verde per andare al lavoro, in tanti potrebbero aver deciso di vaccinarsi.

Secondo i dati riportati dall'agenzia Ansa, è proprio la Provincia autonoma di Trento a guidare la classifica delle persone in attesa di seconda dose (cioè le persone che hanno deciso di vaccinarsi recentemente), il 6,7%. Seguono il Piemonte con il 5,8%, e chiude il podio come anticipato la Provincia autonoma di Bolzano con il 5,5%. A livello nazionale il dato è del 2,8%.

In Alto Adige l'accelerazione riguarda soprattutto i giovanissimi e gli anziani: a Bolzano c'è il tasso più alto a livello nazionale tra i 12-19enni (8,7% in attesa della seconda dose) e gli over 90 (4,3%). Il Trentino è invece prima per i ventenni (12,4%), trentenni (11,1%) e quarantenni (8,1%), ovvero le fasce d'età finora meno vaccinate e ora maggiormente colpite dall'introduzione dell'obbligo di Green pass sui posti di lavoro. A sorpresa sopra la media nazionale (7,8% della platea) anche i dati sulla somministrazione della terza dose: Bolzano 9,7% e Trento 9,4%. L'Alto Adige resta comunque in bassa classifica per quanto riguarda la campagna vaccinale con il 20% della popolazione con nessuna dose (14,4% a livello nazionale e 12,2% in Trentino). Peggio solo la Sicilia (21,4%) e la Calabria (20,5%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto Green pass: Trentino in vetta per nuove vaccinazioni

TrentoToday è in caricamento