menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura Trentino: la Provincia troverà una mediazione con editore e sindacati

Tavolo di concertazione, con la partecipazione di Agenzia del Lavoro, per la ricollocazione professionale di dipendenti e collaboratori

La chiusura del giornale Trentino diventa affare pubblico, o meglio il futuro dei giornalisti, ad oggi in cassa integrazione dopo la decisione dell'editore di chiudere la testata cartacea dopo 75 anni. Una mozione presentata in consiglio provinciale da Futura impegna la Giunta ad attivare un tavolo di concertazione con i sindacati, la proprietaria Athesia e l'Agenzia del Lavoro in modo da garantire una ricollocazione proessionale ai 19 dipendenti ed ai moltissimi collaboratori.

"Il quadro è preoccupante soprattutto per le giornaliste, i giornalisti, collaboratori e collaboratrici rimasti senza lavoro e senza un quadro rassicurante dal punto di vista di un nuovo inquadramento all'interno della società Athesia. Ma la chiusura di un quotidiano che ha raccontato 75 anni di storia del Trentino è un danno alla libertà e alla pluralità  di informazione del nostro territorio, già minata dalla posizione dominante di Athesia, come evidenziato da AGCOM" scrive su facebook il consigliere Zanella. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento