Attualità

Vaccini, Moderna annuncia: "Risultati incoraggianti anche contro la variante Delta"

Da uno studio di laboratorio sono emersi i dati sull’efficacia del vaccino della società statunitense contro le varianti emergenti. Intanto il titolo vola in borsa

Coronavirus, varianti e vaccini. Il vaccino anti-Covid di Moderna avrebbe mostrato in laboratorio risultati "incoraggianti" contro le varianti emergenti, compresa la temibile variante Delta, individuata in India per la prima volta. Una dichiarazione che sarebbe arrivata dalla casa farmaceutica stessa, dopo i risultati di uno studio di laboratorio nel quale il vaccino sviluppato dall'azienda statunitense ha prodotto anticorpi neutralizzanti contro le nuove varianti.

Lo studio sul vaccino e le varianti

Come riporta Today, lo studio, in fase iniziale, è stato condotto utilizzando il siero sanguigno di otto partecipanti ottenuto sette giorni dopo che avevano ricevuto la seconda dose di vaccino. Il vaccino ha provocato una risposta anticorporale contro tutte le varianti testate, tra cui le versioni aggiuntive della variante Beta (individuata per la prima volta in Sudafrica) e tre lignaggi delle varianti individuate per la prima volta in India, tra cui la variante Kappa e la Delta.

Lo studio avrebbe mostrato una modesta riduzione degli anticorpi neutralizzanti contro alcune delle nuove varianti, tra cui la Delta, la Kappa e la Gamma. Per Moderna "questi nuovi dati sono incoraggianti e rafforzano la nostra convinzione che il vaccino contro Covid-19 di Moderna continua a fornire protezione contro le nuove varianti individuate", ha detto l'amministratore delegato dell'azienda, Stéphane Bancel. I risultati annunciati non sono ancora stati sottoposti a peer review e potrebbero non riflettere gli scenari del mondo reale. Dopo l'annuncio le azioni di Moderna sono salite di oltre il 6% e il titolo è in rialzo del 126% dall'inizio dell'anno, ossia dall'avvio della campagna vaccinale. 

Anche l'India autorizza Moderna

Intanto l'India ha concesso alla casa farmaceutica Cipla l’autorizzazione importare il vaccino Moderna nel Paese per un uso limitato. Moderna diventa così il quarto vaccino a disposizione in India dopo quello di Oxford-AstraZeneca, il Covaxin sviluppato dall'indiana Bharat Biotech e il russo Sputnik V. Dall'avvio della campagna vaccinale a metà gennaio sono state somministrate 327 milioni di dosi contro il Covid-19.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Moderna annuncia: "Risultati incoraggianti anche contro la variante Delta"

TrentoToday è in caricamento