Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Sanitari sospesi, respinti altri 10 ricorsi in Alto Adige

Le motivazioni che avrebbero portato i giudici a respingere i ricorsi riguarderebbero innanzitutto la prevalenza del diritto alla salute come interesse della collettività

I giudici hanno respinto altri dieci ricorsi contro la sospensione dal lavoro messa in atto dall'Azienda sanitaria altoatesina, presentati da operatori sanitari non vaccinati. Come riporta la Rai, si tratterebbe di 5 ricorsi d'urgenza al giudice del lavoro, 4 reclami al collegio e una richiesta di sospensiva al Tar. 

Le motivazioni che avrebbero portato i giudici a respingere i ricorsi riguarderebbero innanzitutto la prevalenza del diritto alla salute come interesse della collettività. Un diritto che, stando a quanto interpretato dall'Azienda sanitaria, prevarrebbe sulla libertà del singolo. Poi sarebbero state escluse la violazione della costituzione o delle direttive europee, così come la discriminazione. Ciò che sarebbe stato poi messo in primo piano sono la tutela dei pazienti e l'idoneità del vaccino a ridurre il contagio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanitari sospesi, respinti altri 10 ricorsi in Alto Adige

TrentoToday è in caricamento