Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità Canal San Bovo

Canal San Bovo, Co-living: visite e progetto

Il 7 agosto è la seconda e ultima data per visitare gli alloggi, aperte le iscrizioni

Porte aperte sabato 7 agosto per visitare i cinque appartamenti del progetto Co-living che si trovano nel Comune di Canal San Bovo. Sono gli appartamenti in cui vivranno pr quattro anni le  famiglie selezionate dal bando, verrà stipulato un contratto di comodato gratuito. Un’opportunità unica per vedere gli appartamenti ma anche per visitare il paese nel territorio del Vanoi e apprezzarne la qualità di vita sociale ed ambientale.

“Coliving: collaborare condividere abitare” è un progetto nato nell’ambito delle iniziative promosse dalla Giunta provinciale per valorizzare i territori di montagna. "Due anni fa è nato il progetto di abitare collaborativo all'interno del Distretto famiglia della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri, che ha permesso l’arrivo a Luserna di 4 nuove famiglie con 9 bambini - spiega l'assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana -, con questo secondo accordo puntiamo a replicare questo successo nel Comune di Canal San Bovo; l'obiettivo del coliving, un progetto sperimentale che ci vede partner con tanti enti e realtà del territorio, è proprio quello di occupare il patrimonio immobiliare pubblico da tempo inutilizzato e portare nuova linfa vitale in quei territori che, oggi purtroppo vivono un graduale spopolamento, con l’auspicio di invertire tale tendenza".

La giornata "Porte aperte" e dettagli sul bando

Giornata di "Porte aperte": sabato 7 agosto, alle ore 10.30 con ritrovo al Polo Scolastico di Canal San Bovo, località Lausen, il Comune aprirà le porte dei 5 appartamenti oggetto del bando ai nuclei familiari interessati. Durante le visite sarà garantita animazione per i bambini e sarà offerto a tutti i presenti un pranzo comunitario. Le visite si svolgeranno seguendo le direttive in merito alla sicurezza Covid-19. Il bando ha scadenza il 31 agosto 2021.

Il progetto vede coinvolte Provincia autonoma di Trento (Agenzia per la coesione sociale, la famiglia, la natalità, Servizio politiche della casa, UMST- Unità di missione strategica Innovazione Settori Energia e Telecomunicazioni), Comune di Canal San Bovo, Comunità di Primiero, Itea spa, Fondazione Franco Demarchi, con il supporto del Manager territoriale del Distretto famiglia e del Piano giovani del Primiero.

È necessario iscriversi alla giornata di "Porte aperte" del 7 agosto compilando il modulo online. Sul sito Trentino Famiglia, invece, è possibile visionare il bando Coliving. Maggiori informazioni sono disponibili scrivendo o chiamando il Comunità di Primiero (tecnico@primiero.tn.it; telefono 0439 64641).

CoLiving Canal San Bovo 2021-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canal San Bovo, Co-living: visite e progetto

TrentoToday è in caricamento