Fermato in bici dalla Polizia: "Il decreto per me non vale, sono una persona umana"

Così il sedicente "legale" fermato mentre stava palesemente andando in bici per sport e non per necessità, ha iniziato a giustificarsi, per poi seguire i poliziotti in Questura

Un uomo residente a Rovereto, che dice di essere avvocato, in tenuta palesemente sportiva fermato a Trento durante i giorni dell'emergenza coronavirus con il divieto di muoversi se non per "comprovate necessità". Divieto, è stato sottolineato più volte, naturalmente esteso anche alle biciclette.

Coronaviirus in Trentino: tutti gli aggiornamenti

Eppure lui, fermato da una pattuglia, dice che "il decreto è stato fatto per i cittadini italiani, io sono una persona umana titolare di diritto internazionale". Dice di avere i titoli per difendersi legalmente da solo, in realtà è osteopata. L'incedibile video, filmato da lui stesso e diffuso su un canale youtube, ha fatto il giro del web.

La risposta del sindacato di polizia Fsp non tarda ad arrivare: "La cittadinanza sta rispondendo bene alle prescrizioni date, ma chi fa sicurezza teme sempre il rischio emulazione quando accadono cose così sfacciatamente contrarie alle regole. Siamo convinti che oltre a quanto già previsto in termini di ammende e denunce, certi soggetti che contravvengono alle disposizioni dell’autorità in un momento così delicato ed eccezionale debbano essere oggetto di sanzioni amministrative pesantissime e anche chiamati a rifondere i danni alla collettività in sede civile" scrive Valter Mazzetti, segretario generale del sindacato di polizia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Guarda il video, clicca qui...

"Bisogna elogiare la calma e la pacatezza degli operatori che, già esposti a rischi notevoli ma indefessi nell’adempimento del dovere, affrontano in questo periodo ogni genere di difficoltà per il bene della comunità - prosegue Mazzetti - Una situazione surreale, a mio avviso dovuta all’incredibile distacco di alcuni soggetti dalla realtà, con atteggiamenti irresponsabili, incivili e altamente dannosi per la collettività".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

  • Lavis, bambino positivo in una scuola materna: classe in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento