Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità piazza Duomo

Censimento a Trento: ecco cosa fare se si riceve a casa la lettera dell'Istat

Ecco la nota del Comune di Trento con tutte le informazioni sul Censimento permanente

Nell'ambito delle operazioni riguardanti il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, che prende avvio nel mese di ottobre 2019, è prevista la realizzazione di una fase di ricognizione preliminare sul territorio.

In questo periodo i rilevatori comunali, muniti di cartellino identificativo, passeranno in alcune aree della città per affiggere delle locandine su androni, cortili dei palazzi e abitazioni e lasciare, nelle cassette postali, una busta non nominativa contenente una lettera ufficiale, firmata dal Presidente dell'ISTAT.

La lettera comunica alla famiglia che è chiamata a partecipare al Censimento, spiega le finalità conoscitive dell’operazione censuaria e avvisa dell’obbligatorietà di risposta. Inoltre, informa che un rilevatore incaricato dal comune si recherà presso l’abitazione della famiglia per somministrare il questionario e fornisce indicazioni su eventuali ulteriori modalità di restituzione del questionario e riferimenti per richiedere maggiori informazioni.

L'Ufficio comunale di Censimento chiede la gentile collaborazione di tutti i cittadini per agevolare queste operazioni, facendo accedere il rilevatore alle cassette postali nel caso in cui non siano esterne.

Maggiori informazioni sono reperibili sulla pagina dedicata, sul sito di ISTAT nella sezione dedicata al Censimento permanente oppure all'ufficio comunale di censimento, presso l’ufficio Studi e statistica (n. tel. 0461 884339, ufficio.studistatistica@comune.trento.it) aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 12 e il giovedì dalle 8 alle 16.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Censimento a Trento: ecco cosa fare se si riceve a casa la lettera dell'Istat

TrentoToday è in caricamento