'Carne coltivata', è trentina l'unica azienda a occuparsene in Italia

La startup Bruno Cell investe 100mila euro per il progetto

Foto da Pexels

È trentina l'unica realtà in Italia a occuparsi della crescita di carne in laboratorio, un prodotto che consentirebbe di ridurre l'inquinamento, risparmiare acqua e soprattutto evitare enormi sofferenze agli animali allevati intensivamente. Per svilupparlo la startup trentina Bruno Cell investe 100mila euro.

Nata dal lavoro dei due professori associati dell'Università di Trento, Stefano Biressi e Luciano Conti, la società - informa Hub Innovazione Trentino - è in procinto di investire 100mila euro per finanziare un dottorato in innovazione industriale presso i laboratori del Dipartimento di Biologia cellulare, computazionale e integrata (Cibio).

Finanziata da un imprenditore della carne di Roma, Bruno Cell sta inoltre avviando un rapporto di collaborazione con Trentino Sviluppo Spa e la Provincia autonoma di Trento per ottenere supporti e investimenti nella ricerca.

L'indagine di Bruno Cell rientra nell'ambito dello sviluppo della linea cellulare, puntando a sviluppare una tecnologia di ingegneria genetica che consenta di produrre carne coltivata in laboratorio attraverso la differenziazione delle cellule staminali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

'Carne coltivata': di cosa si tratta

La carne coltivata o artificiale è un prodotto creato in vitro all'interno di un laboratorio. Il primo hamburger di questo tipo venne ottenuto per la prima volta nel 2013 da un gruppo di ricercatori olandesi. Al momento i costi di questo tipo di prodotto sono molto alti, ma la previsione è che in futuro diminuiscano con il progredire delle tecnologie. La carne coltivata è un carne animale ma che non è mai stata parte di un essere vivente: normalmente viene ottenuta attraverso la crescita di cellule muscolari o per mezzo della fusione di cellule staminali embrionali, cellule staminali adulte o cellule satellite specializzate trovate nel tessuto muscolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Rovereto, Valduga va al ballottaggio con Zambelli

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Riva del Garda, al ballottaggio Mosaner e Santi, una manciata di voti separano i due candidati

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento