Bonus per spese alimentari: ecco come fare domanda

Bonus "una tantum" del Comune di Trento

Il Consiglio comunale ha istituito con deliberazione 28 luglio 2020 n. 116 un bonus alimentare per le famiglie residenti a Trento e con Isee ordinario o corrente, in corso di validità, non superiore a 20mila euro per spese sostenute tra il 15 settembre e il 31 dicembre 2020 presso punti vendita di generi alimentari anche artigianali, ristoranti, pizzerie e agriturismi di Trento.

È possibile presentare la richiesta del bonus alimentare in via telematica con autenticazione tramite SPID o tessera sanitaria attivata sull’applicativo, realizzato grazie alla collaborazione di Consorzio dei Comuni Provincia, Trentino Digitale e loro partner tecnologici. Il bonus è un contributo una tantum non ripetibile e quindi ogni famiglia può ricevere un solo bonus alimentare, pari a 40 euro per le famiglie di un solo componente, 60 euro per le famiglie di 2 o 3 componenti e 100 euro per le famiglie di 4 o più componenti.

Alla domanda, che va presentata da una persona maggiorenne appartenente alla famiglia, deve essere allegata copia dei giustificativi delle spese sostenute (“scontrini”, “ricevute”). Sono circa 24mila le famiglie che possono beneficiare del bonus, l'importo complessivamente disponibile è pari a 1.500.000 euro. Per informazioni è possibile telefonare allo 0461/884883 o scrivere una mail a bonusalimentare@comune.trento.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento