Case per famiglie a canone agevolato: il bando della Fondazione Crosina

La Fondazione Crosina-Sartori-Cloch mette a disposizione sei appartamenti a Trento

Sei appartamenti a Trento in locazione a canone agevolato per famiglie. E' questa l'opportunità offerta dalla Fondazione Crosina-Sartori-Cloch, associazione benefica, tramite un apposito bando. L’ente è nato dalla trasformazione dell’omonima Istituzione di Pubblica Assistenza e Beneficenza, che aggrega diverse istituzioni benefiche fondate dalla fine del 1700 grazie ai patrimoni lasciati, dai benefattori – fondatori, a favore delle persone orfane e svantaggiate della comunità di Trento.

Il bando con tutte le informazioni, i requisiti di accesso e la modulistica da utilizzare per la presentazione delle domande, è disponibile agli uffici della Fondazione, in via B. De Finetti 24 Trento – telefono 0461/923425 da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30 (e-mail segreteria@fondazione-csc.it). Il bando e la modulistica possono essere scaricati anche dal sito www.fondazione-csc.it e dalla sezione “albo pretorio” del sito web del Comune di Trento. Il termine per la presentazione è lunedì 18 novembre alle ore 12.30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Gli appartamenti, nello specifico, sono 3 monolocali, 1 bilocale, un 2 e un 4 camere e si trovano tutti nel Comune di Trento - spiega  il direttore Mauro Rampinelli - Tra i criteri di cui si terrà conto per la formulazione della graduatoria, ci sono il parametro Icef, gli anni di residenza a Trento e quelli in provincia. La Fondazione non fa alcuna distinzione tra coniugi, conviventi di fatto o parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso. Conta, piuttosto, la presenza di uno o più figli minori. L’intendimento è anche quello di sostenere i nuclei con genitori separati o divorziati. A parità di altri punteggi, priorità ai nuclei con un solo genitore e ai genitori separati con affido condiviso».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cristiana Capotondi a Trento: sarà Chiara Lubich

  • Crisi braccianti: nuova chiamata per i residenti in Trentino

  • Pasubio, 45 pecore morte in un dirupo. La Provincia conferma: "Stavano scappando dai lupi"

  • Lascia le sue cose al rifugio e scompare, lo cercano tutta la notte: era al bivacco

  • Acqua cristallina grazie alle piante "filtro": ecco il nuovo biolago di Pinzolo

  • Primario si assegna 2224 turni di reperibilità: condannato a restituire 75mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento