Asili nido: a Trento solo 2 bimbi positivi da inizio settembre

Rimane garantito il tempo pieno per 8 ore e mezza al giorno, il Comune riduce la tariffa per le assenze legate all'isolamento

Sono solamente due i casi di coronavirus accertati riguardanti bambini che frequentano gli asili nido del Comune di Trento da inizio dell'anno scolastico. Lo ha comunicato l'assessore Elisabetta Bozzarelli comunicando su questo fronte due importanti novità: l'apertura del nuovo asilo nido all'Interporto, prevista la prossima settimana, e la revisione del sistema di riduzione della tariffa giornaliera in caso di assenze dei bambini legate al covid.

Che i casi tra i bimbi siano così pochi stupisce ma è una realtà sulla quale le autorità medico-scientifiche si stanno interrogando. Lo aveva già detto il direttore generale dell'Azienda sanitaria provinciale Pierpaolo Benetollo qualche giorno fa: "abbiamo più contagi alle superiori che ai nidi ed alle materne, uno potrebbe aspettarsi il contrario, visto che i bimbi piccoli stanno più a contatto tra loro, ma non è così".

"Non è, dunque, la scuola il problema - annunciava qualche giorno fa il direttore Benetollo -. Emerge nettamente che i ragazzi che fanno sport sono quelli che hanno più contagi, pensiamo dunque che i contagi tra ragazzi più grandi avvengano fuori dall'ambito scolastico". A distanza di pochi giorni da questa dichiarazione il governatore Fugatti ha firmato una nuova ordinanza che cancella le attività sportive nelle palestre scolastiche. 

Tornando al Comune di Trento la decisione presa dalla Giunta è di portare dal 33% al 66% lo sconto sulla tariffa giornaliera per i giorni di assenza dei bambini per isolamento, anche a scopo precauzionale, per esempio se un parente è positivo. La riduzione sarà riconosciuta dopo la presentazione del certificato rilasciato dal pediatra, obbligatorio da quest'anno per un'assenza per malattia superiore ai 3 giorni. 

Da settembre 2020 nei nidi di Trento è garantita la frequenza nei nidi a tempo pieno per un massimo di 8,5 ore al giorno, articolate su quattro fasce orarie (7.30–16.00; 8.00–16.30; 8.30-17.00; 9.00- 17.30) allo scopo di garantire il distanziamento interpersonale in entrata e uscita. Le fasce orarie sono state concordate con ogni famiglia sulla base dei posti disponibili per ogni fascia oraria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

Torna su
TrentoToday è in caricamento