Settimana dei Musei: visite gratis anche al Muse, Mart, Diocesano, Sass e San Michele

Oltre alle iniziative nei castelli trentini anche i musei saranno ad ingresso gratuito per tutta la settimana

Non solo castelli: la Settimana dei Musei, proclamata a livello nazionale dal Ministero dei Beni Culturali, sarà una festa a porte aperte anche in Trentino. Dopo l'annuncio di visite gratuite ed attività speciali nei castelli della Provincia autonoma di Trento arrivano altre adesioni all'iniziativa: Muse, Mart, Museo Diocesano, Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele all'Adige, Spazio Archeologico Sass. 

Ingresso gratuito dunque allo Spazio Archeologico Sotterraneo di piazza Battisti a Trento, gestito dalla Soprintendenza per i beni culturali, dove, tra l'altro, sabato 9 marzo alle 15 si svolgerà l'iniziativa per bambini "Dadi, noci e astragali. Giochi e passatempi dei bambini dell’antica Roma", mentre alle 17.30 sarà inaugurata la mostra "Amazzonia. Le Custodi della Biodiversità", l'esposizione curata da Beatrice De Blasi. 

Sempre a Trento, ingresso gratuito anche al Muse, Museo delle Scienze, dove prosegue Genoma umano. Quello che ci rende unici, l'esposizione che affronta interrogativi importanti per tutti e sui quali, oggi, si concentra un settore importante e promettente della ricerca in campo biologico. Un viaggio tra le nuove sfide offerte dalla genomica, sui rischi e le opportunità generati dall'applicazione delle nuove conoscenze ad ambiti sensibili come quello della salute. Aperte gratuitamente anche le sedi territoriali del Muse: Museo dell'Aeronautica Gianni Caproni e il Museo Geologico delle Dolomiti a Predazzo. Le visite guidate e le attività da programma saranno a pagamento (fatta eccezione per le visite al Planetario di domenica 10 marzo che saranno gratuite in occasione della Giornata dei Planetari).

Per quanto riguarda il Museo diocesano tridentino, in cui l'accesso gratuito riguarda solo le giornate di sabato e di domenica, continua l'attenzione attorno a Terra Mala. Viaggio nella Terra dei Fuochi, un intenso reportage fotografico di Stefano Schirato che affronta, con immagini espressive e potenti, il dramma umano e ambientale di un'area della Campania nota alle cronache come "Terra dei Fuochi".

Aderisce all'iniziativa anche il Mart, che offre uno sguardo a tutto tondo sull'arte contemporanea, sia attraverso il riallestimento delle collezioni sia con la recente mostra Passione - 12 progetti per l'arte italiana, che propone oltre 250 opere tra cui capolavori dei maggiori Maestri moderni e contemporanei: Medardo Rosso, Carlo Carrà, Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Felice Casorati, Renato Guttuso, Ettore Colla, Agostino Bonalumi, Giuseppe Uncini. La promozione è estesa anche alla Casa d'Arte Futurista Depero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da non dimenticare una tappa per conoscere l'etnografia del Trentino, che ha casa presso il Museo degli usi e costumi della gente trentina a San Michele, dove sono stati di recente aperti nuovi spazi di approfondimento, come le sale dedicate al ciclo dei mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento