M49-Papillon lascia le sue orme vicino al centro da cui è fuggito

Nella mattinata di sabato le impronte dell'animale sono state ritrovate nel fango vicino alla pizzeria Rosalpina, a Pianizza

m49 (foto Ansa)

Le impronte dell'orso M49, ribattezzato Papillon, sono state trovate nel fango vicino al centro Castellar da cui a metà luglio era fuggito dopo essere stato catturato. È accaduto nella mattina di sabato su una strada di campagna della località Pianizza, vicino alla pizzeria Rosalpina.

All'alba i proprietari del locale hanno sentito gli animali da cortile rumoreggiare. Un escursionista, poi, si è accorto delle orme. A confermare che sono proprio di Papillon gli esperti della forestale.

L'animale quindi si aggira ancora sulla Marzola, la montagna a est di Trento. Sempre in questa zona il plantigrado era stato avvistato da un'escursionista lo scorso mercoledì: l'orso dopo aver visto la donna aveva proseguito per la sua strada senza mostrare ostilità. E ancora sui versanti orientali della Marzola M49 era già stato immortalato da due fototrappole in seguito alla sua fuga.


 

Potrebbe interessarti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Cosa fare Ferragosto: cultura, musica e buona cucina

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Tamponamento a catena: in sette all'ospedale compresi due bimbi

Torna su
TrentoToday è in caricamento