M49-Papillon lascia le sue orme vicino al centro da cui è fuggito

Nella mattinata di sabato le impronte dell'animale sono state ritrovate nel fango vicino alla pizzeria Rosalpina, a Pianizza

m49 (foto Ansa)

Le impronte dell'orso M49, ribattezzato Papillon, sono state trovate nel fango vicino al centro Castellar da cui a metà luglio era fuggito dopo essere stato catturato. È accaduto nella mattina di sabato su una strada di campagna della località Pianizza, vicino alla pizzeria Rosalpina.

All'alba i proprietari del locale hanno sentito gli animali da cortile rumoreggiare. Un escursionista, poi, si è accorto delle orme. A confermare che sono proprio di Papillon gli esperti della forestale.

L'animale quindi si aggira ancora sulla Marzola, la montagna a est di Trento. Sempre in questa zona il plantigrado era stato avvistato da un'escursionista lo scorso mercoledì: l'orso dopo aver visto la donna aveva proseguito per la sua strada senza mostrare ostilità. E ancora sui versanti orientali della Marzola M49 era già stato immortalato da due fototrappole in seguito alla sua fuga.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento