Ingegneri Trentini sul podio al campionato nazionale di vela degli ordini d'Italia

La manifestazione sportiva è promossa nell'ambito del 61° Congresso Nazionale Ordini Ingegneri d'Italia in programma da domani al 24 giugno al Teatro Massimo di Palermo.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Trentini sul podio del campionato nazionale di vela degli Ordini degli Ingegneri d'Italia: dopo gli intensi allenamenti sul Garda, il team ha saputo farsi valere anche nelle acque siciliane, conquistato il 2° posto assoluto.

Fine settimana ricco di soddisfazione per il team di velisti dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trento a Palermo per la 5^ edizione del Campionato nazionale di vela degli Ordini degli Ingegneri d'Italia. La manifestazione, organizzata dalla Società Canottieri Palermo, è promossa nell'ambito del Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, giunto quest'anno alla 61^ edizione e al via domani.

La squadra di velisti trentini, guidata da Marco Felli e composta da Luca Debiasi, Andrea Camin, Michele Ferrari, Riccardo Tribbia e Stefano Visioli, si è preparata con costanza a questa sfida con intensi allenamenti sul Lago di Garda, grazie alla collaborazione con il Circolo Vela Arco. Un impegno premiato con il 2° posto assoluto, conquistato dopo numerose prove ed emozionanti rimonte. Il campionato è stato vinto dai colleghi ingegneri di Ancona mentre al terzo posto si è classificato il team di Napoli.

La competizione si è svolta in diverse regate a partire dalle qualificazioni, con la partecipazione di 16 squadre suddivise in due turni. Trento ha saputo subito farsi valere qualificandosi con un primo e un terzo posto nelle due prove. Ieri si è svolta la Gold Race tra i migliori 8 team. La regata si è sviluppata in tre prove che hanno visto un costante testa a testa per la conquista del podio. La prima prova è stata vinta da Trento con appena qualche metro a separarla da Napoli. Nella seconda prova l'avvio è stato difficile con la necessità di effettuare un giro di 360° e ripartire in ultima posizione, ma poi la squadra ha saputo rimontare fino alla quarta posizione. La terza e ultima prova è stata più costante con Ancona sempre alla guida e Trento seconda fino al traguardo. Una gara emozionante che ha visto il team degli ingegneri trentini dominare in particolare con condizioni di vento forte, più simili a quelle del Lago di Garda.

Il campionato velico rappresenta un momento sportivo di alto livello che arricchisce l'appuntamento del Congresso con un'occasione di condivisione e conoscenza tra colleghi di tutta Italia. Un'iniziativa sostenuta con convinzione dall'Ordine degli Ingegneri del Trentino e dalla Fondazione Negrelli, con il sostegno di numerosi sponsor del territorio: Ween, Ecophon, Optotec, Bianchi Scavi, Comsigma, Cassa Rurale Aldeno e Cadine, Luce &Design e Cover.

Domani, come anticipato, prenderà il via il 61° Congresso Nazionale Ordini degli Ingegneri d'Italia, ospitato nella storica cornice del Teatro Massimo di Palermo fino al 24 giugno. Il tema scelto per questa edizione è "Officina Italia. Progettiamo il cambiamento", un focus sul ruolo centrale dell'ingegneria nel processo di cambiamento che investe il Paese e nella trasversalità di questa professione, protagonista in più settori: dalle infrastrutture alla robotica, dal digitale alla mobilità.

Attesi oltre 1500 delegati in rappresentanza di 237 mila iscritti. L'Ordine degli Ingegneri del Trentino sarà presente con il Presidente Antonio Armani e una delegazione del Consiglio.

I più letti
Torna su
TrentoToday è in caricamento