Fecondazione eterologa e diagnosi pre-impianto: novità al Centro Pma di Arco

Fecondazione eterologa, dopo il ricorso di una coppia trentina, e non solo: ecco le novità al Centro di Arco, completamente ristrutturato e rinnovato

L'inaugurzione con l'assessore Luca Zeni

Fecondazione eterologa, diagnosi pre-impianto, crioconservazione dei gameti. Il centro per la procreazione medicalmente assistita di Arco amplia i propri ambiti di attività. Il nuovo Centro, rinnovato negli spazi e nella strumentazione, è stato inaugurato nei  giorni scorsi dal direttore generale di Apss Paolo Bordon e dall’assessore alla Salute Luca Zeni.

Il Centro provinciale per la procreazione medicalmente assistita è attivo dal 2006 nel presidio ospedaliero di Arco. Il suo ampliamento e potenziamento è stato deciso in seguito all’accreditamento del Centro di Arco come Banca dei tessuti da parte del Centro nazionale trapianti nel 2016. Le necessarie modifiche strutturali sono state inserite in un progetto di ampliamento qualitativo e quantitativo con l’introduzione di nuove attività uniche a livello nazionale.

Ci sarà anche la possibilità di effettuare la fecondazione eterologa, dopo il ricorso vinto da una coppia trenntina contro la Provincia, e la conseguente autorizzazione da parte della Giunta. La fecondazione eterologa sarà disponibile a partire da luglio 2018. Per quanto riguarda la procreazione medicalmente assistita, in generale, si conta di poter effettuare 1000 cicli all'anno. 

A luglio partiranno le prime terapie per la diagnosi pre-impianto, attraverso cui sarà possibile individuare malattie genetiche trasmissibili come fibrosi cistica, talassemia, distrofia muscolare e tante altre. Il Trentino ad oggi è l’unica realtà italiana che offre la diagnosi pre-impianto come servizio pubblico e dispone di un proprio centro per eseguirla. 
 

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento