Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

Il concerto, che ha suscitato qualche polemica sulla corretta fruizione della montagna, finirà prima del buio. Jovanotti allerta i fan: "Venite alle 14"

Dopo aver portato il suo show nelle spiagge italiane Jovanotti arriva a Plan De Corones: l'unico appuntamento in montagna del suo Jova Beach Party tour è previsto per sabato 24 agosto. Su facebook il cantante avverte i fan: "Bisogna finire per le 20.30 quindi attacchiamo prestissimo intorno alle 14. Lassù bisogna finire prima che sia notte per permettere la discesa a valle di tutti e perchè in montagna il tempo è sempre ballerino. Salite su presto e portatevi roba da pioggia e da sbalzi di temperatura ma soprattutto venite a vivere una grande esperienza!".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Concerto Jovanotti: vietato andarci in bici o a piedi

Nel frattempo la Provincia autonoma di Bolzano ha emanato un'ordinanza con la quale vieta di circolare con qualsiasi veicolo, ma anche a piedi, nella zona del concerto per tutta la giornata di sabato 24 agosto. La zona sarà raggiungibile solamente con le funivie: sono attese 28.000 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso si avvicina all'escursionista e lo segue: l'incontro è avvenuto in Val di Non

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Cade nel fiume: ripescato vivo un chilometro e mezzo a valle, è grave

Torna su
TrentoToday è in caricamento