Pinot Grigio: via libera alla modifica della Doc Trentino, ma è già troppo tardi per la vendemmia

Entrerà in vigore il prossimo 3 ottobre la modifica del disciplinare della DOC Pinot Grigio Trentino. Forse troppo tardi per essere applicata già a partire dalla vendemmia 2015. La mossa ha fatto molto discutere ed ha causato la scissione all'interno del Consorzio Vini da parte dei Vignaioli

Il Ministero delle Politiche Agricole ha dato il via libera al Comitato nazionale vini DOP e IGP per la modifica del disciplinare che regola la DOC del Pinot Grigio trentino. In sostanza si va ad aumentare la resa ammessa per ricevere la denominazione controllata, un'operazione richiesta dal Consorzio Vini del Trentino che ha provocato la scissione da parte dei Vignaioli del Trentino, che hanno fondato un altro consorzio. L'accusa è quella di voler produrre di più, a  scapito della qualità.

In particolare è stata aumentata da 14 a 15 tonnellate per ettaro la produzione di uve e da 98 a 105 ettolitri di prodotto vinificato, con una tolleranza massima del 20%. La disposizione è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale ed ora si dovranno attendere 60 giorni perchè la modifica diventi effettiva. Significa che il nuovo disciplinare, a meno che non vi siano osservazioni, sarà attivo dal 3 ottobre, forse un po' troppo tardi per la vendemmia 2015. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento