Neve e strade: tra massi caduti e pullman incastrati, ancora disagi

Ancora problemi ala viabilità, nonostante la quota neve si sia alzata sopra i 1300 metri. A22 in tilt da Vipiteno al Brennero, dove alcune auto sono rimaste bloccate anche 12 ore

"Tregua" nella nevicata di 48 ore tra venerdì 1 e domenica 3 febbraio, almeno in fondovalle. Non finiscono però i disagi per la viabilità pprovinciale, in alcuni punti: Madonna di Campiglio è rimasta sostanzialmente "isolata" nella mattinata di sabato 2 a causa di un pullman incastratosi in prossimità di una curva a Sant'Antonio di Mavignola. La strada è stata riaperta attorno alle ore 11 ma, avverte la Polizia Locale, è percorribile per ora solamente con catene da neve o mezzi 4X4.

La strada del passo Brocon è aperta e percorribile dal versante di Castel Tesino, ma chiusa dal versante di Canal San Bovo a causa delle nevicate. Il gruppo SoS 47 della Valsugana segnala la presenza di buche che si sono aperte a causa della neve e, successivamente, della pioggia, lungo diversi tratti della statale. 

E' invece bloccata ormai da più di 12 ore l'Autobrennero, per l'intensa nevicata e la colonna di mezzi pesanti fermi da Chiusa fino al valico, dove stamattina è anche caduta una valanga, fortunatamente senza provocare feriti

Paura sulla strada tra Torbole e Riva per un grosso masso caduto, fortunatamente, a bordo strada. In prossimità del luogo del crollo è subito entrata in azione la Polizia Locale, bloccando il passaggio per permettere l'intervento di rimozione del materiale roccioso da parte dei Vigili del Fuoco.

Questa la situazione secondo quanto scrivono i Vigili del Fuoco di Riva del garda alle ore 10.45:

- Gardesana Occidentale, circa all'altezza della casa della Trota: alle 20.30 di venerdì la carreggiata è statga completamente invasa da sassi e materiale sciolto. La rete di protezione è stata infatti bucata dal primo sasso caduto. Subito il personale accorso sul luogo ha interrotto per precauzione il traffico, chiusura che poi è stata confermata anche dal geologo reperibile della PAT giunto sul posto in seguito. Attualmente la strada è ancora chiusa e una ditta specializzata sta eseguendo disgaggi e pulizia del versante.

- Tratto Torbole-Riva in zona "Madonnina": questa mattina elle 8.30 un sasso di discrete proporzioni dal peso di circa 15 q.li ha forato la rete di contenimento ed è finito sul ciglio della strada al di fuori della carreggiata tra la strada e la roccia. In questo momento una ditta specializzata sta eseguendo disgaggi e pulizia del versante. La strada è aperta con delle brevissime finestre ma chiusa completamente durante le fasi più critiche del disgaggio. Sul posto oltre al corpo di Riva sta operando il servizio strade ed il geologo reperibile della PAT.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

  • Fuga di Gpl sulla Valsugana: bloccata anche la ferrovia Trento-Bassano

Torna su
TrentoToday è in caricamento