Camere di Commercio mai più senza donne: approvata la legge regionale

Parità di genere anche nelle camere di Commercio di Trento e Bolzano, lo ha deciso oggi la Giunta regionale approvando un disegno di legge nato dopo quanto successo l'anno scorso a Trento, dove l'ente camerale varò una Giunta tutta maschile. I numeri dell'imprenditoria femminile rimangono però sotto la media italiana

Mai più Camere di Commercio senza una donna: è stata approvata oggi dal Consiglio Regionale con 39 voti a avore, 5 contrari e 9 astenuti, la legge che obbliga il consiglio camerale a prevedere una rappresentanza femminile. Il disegno di legge approvato oggi è frutto di due testi distinti, poi unificati: uno della consigliera del Patt Manuela Bottamedi ed un altro della consigliera del PD Lucia Maestri, entrambi nati sulla scia di quanto accaduto a Trento dove, nell'elezione dell'anno scorso, la camera di Commercio aveva nominato una Giunta tutta al  maschile, salvo poi porre rimedio. Le camere di commercio di Trento e di Bolzano hanno ora sei mesi per adeguare i propri statuti alla nuova legge regionale. I dati sull'imprenditoria femminile vedono il Trentino Alto Adige ancora sotto alla media italiana, clicca qui. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trento, accoltellato dalla fidanzata: ragazzo soccorso per strada e trasportato in ospedale

  • Le migliori osterie del Trentino secondo Slow Food

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Camion bloccato dalla neve: arrivano i Vigili del Fuoco con l'autogru

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Pioggia e neve: allerta meteo della Protezione Civile per le prossime 48 ore

Torna su
TrentoToday è in caricamento