Risse in piazza Dante: venti identificati. La Questura: "Chi non può rimanere sarà espulso"

Scandagliati i video ed ascoltati diversi testimoni per attribuire singole responsabilità nei fatti di domenica e lunedì. Uno dei fermati è stato accompagnato al CIE di Torino con decreto di espulsione

Sono più di venti le persone identificate da polizia e carabinieri come coinvolte nelle due risse avvenute  domenica e lunedì nella zona di piazza Dante tra "bande" di stranieri. A fornire qualche numero è  la Questura, al termine delle operazioni che hanno permesso di fare un po' di chiarezzza su quanto avvenuto e soprattutto di eddebitare responsabilità a singole persone.

Uno degli identificati è stato accompagnato al CIE di Torino  e sarà espulso dal territorio nazionale, come disposto dalla Questura di Trento, che passerà ora al vaglio tutte le posizioni delle persone identificate per capire quanti siano quelli che, coinvolti nei fatti, non hanno titolo a rimanere in Italia. La notizia va ad aggiungersi a quella dei due arresti eseguiti ieri dai carabinieri, clicca qui...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

Torna su
TrentoToday è in caricamento