Una "chiave" contro i tumori: la scoperta passa anche da Trento

Pubblicato su "Nature Chemical Biology" uno studio delle università di Trento e di Washington su una particolare proteina ingegnerizzata in grado di inibire lo sviluppo delle cellule

Una chiave capace di bloccare lo sviluppo dellle cellule tumorali: la scoprta è condivisa dall'Università di Trento e da quella di Washington. I ricercatori americani si sono infatti rivolti al Cibio, il centro di biologia  di Trentodi Trento, per lo studio di un particolare micro-RNA, ovvero corte sequenze di RNA che regolano l'attività dei geni.

Lo studio ha portato alla realizzazione di una particolare proteina ingegnerizzata, in grado di legarsi ad un particolare tipo di micro-RNA, miR-21, associato alle cellule tumorali, e di inibirne lo sviluppo. Lo studio è sttato pubblicato sulla  prestigiosa rivista "Nature Chemical Biology".

"La ricerca di base ha permesso di conoscere la struttura delle regioni delle proteine coinvolte nell’interazione con gli acidi nucleici, nonché di scoprire i miRNA e il loro coinvolgimento in processi sia fisiologici sia patologici - spiega Paolo Macchi, del Cibio- L’aver messo insieme e con successo conoscenze e competenze dei nostri gruppi di ricerca provenienti da settori diversi della biologia è stato stimolante ed estremamente interessante. Questo è il secondo lavoro in collaborazione pubblicato su riviste internazionali nel giro di pochi mesi dai nostri due gruppi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento