"Azione di pulizia" all'Itas: i sindacati chiedono ai delegati un cambio di governance

Una nuova governance ed un modello partecipato dai lavoratori, per inaugurare una "fase di transizione" dopo gli scandali: ecco la richiesta delle rappresentanze sindacali ai delegati per l'assemblea della settimana prossima

Una nuova governance che apra un "periodo di transizione" all'interno di Itas, per "tutelare l'immagine della società e  dei  lavoratori" dopo il recente scandalo, e la relativa inchiesta della Procura, sui compensi e le  spese occulte del direttore. A chiederlo sono le rappresentanze sindacali, che si rivolgono ai delegati che si riuniranno in assemblea il prossimo 27 aprile  per deliberare, tra le altre cose, una modifica dello Statuto sul limite di mandati per gli amministratori. 

In una lettera diffusa  oggi le rappresentanze  sindacali  parlano di "azione di pulizia" all'interno del consorzio, e di  una "governance  partecipata" con il coinvolgimento dei lavoratori per "traghettare la Società con senso di responsabilità nella riceca  e nel raggiungimento del bene comune". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Meteo

    Neve e pioggia triplicate a gennaio, gioisce la Coldiretti dopo l'anno più secco di sempre

  • Sport

    Rissa tra Aquila e Virtus: tre giornate a Gentile, due a Gutierrez e 3000 euro a Sutton

  • Cronaca

    Derubata a 92 anni: riconosce la ladra in fotografia

  • Cronaca

    Ingiusta detenzione: due anarchici trentini assolti chiedono il risarcimento

I più letti della settimana

  • Meraviglie, il programma record di Angela arriva sulle Dolomiti

  • Il Trentino Alto Adige è in testa alla classifica delle regioni più costose

  • Oltre 9 milioni di click su Youtube per il 'Voldemort' girato in Trentino

  • Le vecchie corriere di Trentino Trasporti all'asta a partire da 1500 euro

  • Auto contro moto nella galleria di Tenna, Valsugana bloccata

  • Malga Albi devastata da un incendio

Torna su
TrentoToday è in caricamento