Riaperta la via ferrata delle Bocchette centrali sul gruppo del Brenta

I lavori di manutenzione straordinaria alle attrezzature della via ferrata delle Bocchette centrali sono terminati e quindi, a partire da giovedì 20 settembre, il tracciato è riaperto e nuovamente percorribile

La famosa via delle Bocchette Centrali

La Commissione Sentieri della Sat sede centrale informa in una nota che i lavori di manutenzione straordinaria alle attrezzature della via ferrata delle Bocchette centrali sono terminati e quindi, a partire da giovedì 20 settembre, il tracciato è riaperto e nuovamente percorribile dopo la frana che lo aveva reso impraticabile. Ancora in corso e senza notizie certe sul fine lavori sono invece le manutenzioni straordinarie sulla ferrata Livio Brentari, sempre nel gruppo del Brenta.

Passando al Gruppo Dolomitico delle Pale di San Martino - aggiunge la nota della Sat - sono in fase di ultimazione i lavori alla via ferrata del Porton. Come per tutte le altre comunicazioni relative alle manutenzioni dei sentieri, anche in questo caso la Sat provvede ad informare puntualmente tutte le realtà territoriali operanti sul territorio e tutti i rifugi interessati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Salvini a Pinzolo: "Reintrodurre la leva militare"

  • Cronaca

    Dispersi nella neve al Refavaie, salvati dal Soccorso Alpino

  • Green

    Api in pericolo a Trento sud. La replica della Fondazione Mach: "Tutto regolare"

  • Cronaca

    La tuta alare non si apre, muore base jumper

I più letti della settimana

  • Orrore in un capannone di Scurelle: smontavano le bare prima di cremare i corpi

  • Ecco il rarissimo gatto dorato, fotografato dai ricercatori del Muse in Tanzania

  • Bare e cadaveri abbandonati in un capannone in Valsugana: indagano i carabinieri

  • A22: maxitamponamento, 17 feriti ed autostrada bloccata

  • La tuta alare non si apre, muore base jumper

  • Due incidenti nella notte a Riva del Garda: feriti tre ventenni

Torna su
TrentoToday è in caricamento